Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Petross con FAM è cuore e tanta freschezza

SHARE

A soli 17 anni Antonio Petrosemolo, in arte Petross, irrompe sulla scena urbana per One Love Record, convincendo e mostrando grande determinazione con il brano “FAM”.

Cresciuto a Kingston, in un ghetto, dove passa i primi anni della sua vita, ha voluto ricordare quei momenti, soprattutto davanti al pregiudizio di quel tipo di narrazione, che dipinge i luoghi della sua infanzia come posti degradati e violenti.

“Ripensando a quei giorni posso dirti che se una persona nasce in quell’ambiente e ci cresce non è spaventata anche perché quella è la sua quotidianità, non è un luogo di sole belve, anzi è una comunità dove c’è rispetto e amore tra le persone, non quella vita che tutti pensano, piena di paura e violenza”. La musica da sempre ha caratterizzato l’habitat dove Petross è cresciuto. La madre infatti è una voce gospel mentre il padre, mc e vocalist, del Sound System One Love Hi Powa.

Muovendo i primi passi con la reggae e poi con la dance hall, decide di fare musica esprimendosi con la trap. “FEM”, diminutivo di famiglia, è gioia e coesione, senso di appartenenza ed identità, mandando un messaggio grintoso e positivo.

“Se chiedo ai miei fra una mano, mi rispondono bro anche adesso, non parliamo di armi e di sesso ma parliamo di quello che vivo, non è che le cose me le invento, quel che penso, se voglio, lo scrivo”

Petross nel brano non risparmia frecciatine a chi emula gli americani, cantando di esperienze non vissute, colorate di armi, posti mai visti, soldi e macchinoni, quando magari invece “farebbero meglio a raccontare di altro. Semplicemente quello che vivono”.

“La musica trap è il linguaggio musicale più ascoltato al momento – e aggiunge – è diventata il mezzo per noi ragazzi per raccontare quello che vogliamo e per mandare il nostro messaggio”.

I primi anni in cui in Italia è stata introdotta la trap, si è cercato semplicemente di portare un nuovo prodotto sul mercato e molti artisti si sono ispirati all’America, da Travis Scott, a XXXTentacion e Post Malone. Oggi la Trap è il genere musicale più ascoltato, quello con cui la gioventù dialoga e si sente a proprio agio di fronte ad una società di “grandi” che spesso non la ascolta e troppe volte prende la parola al posto suo.

Petross con “FAM” può diventare quella novella a lieto fine, arricchendo un mercato già saturo ma anche orfano di ragazzi come lui. Coraggio!

Riccardo Davoli