Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Populous – W per Women

SHARE

27All’anagrafe si iscrive come Andrea Mangia, ma si legge Populous e qualche suo pezzo l’estate scorsa l’avrete certamente ballato. La sua musica elettro-zingara è un misto di Salento ed esotismi dal globo e W per Women è nella top 20 dei migliori dischi della stagione italiana 2020. Omaggia senza inutili fraintendimenti l’estetica queer, l’identità di genere fluida e consapevole, rimpinzando tutto il disco di collaborazioni rosa in risposta al sessismo dilagante nel nostro paese. Un extented play politico? Sì.

Di casus belli nella genesi del disco, come ha dichiarato Populous in un’intervista su Rolling Stone, ce ne sono più di uno. Il primo riguarda la cantautrice CRLN, che ha ricevuto numerosi insulti sessisti all’Indiegeno Fest di Patti del 2018. Oppure al Festival di Sanremo 2019, quando l’esternazione di Francesco Renga, in cui commentava l’esigua presenza di concorrenti femminili adducendo come motivazione la chiara superiorità delle voci maschili, ha scatenato parecchia indignazione. Davanti ad un quadro così ‘medievale’ del nostro paese molti artisti, tra cui Populous, hanno sentito l’esigenza di fare qualcosa. Impegnato politicamente e producer di altissimo valore, con le sue produzioni Populous ha messo tutti d’accordo, riscrivendo la storia del Salento in modo cosmopolita, aprendo la strada ad echi latini e tropicantesimi dal passetto house. Assieme a Clap! Clap!, Dj Khalab e i personaggi che girano attorno al Motel Forlanini e la ROCCODISCO, Populous continua a regalarci produzioni elaborate, ricercate, intelligenti e di ampio respiro internazionale. W per Women è un disco rosa pieno di energia ed eleganza e che possiamo sentire nelle più svariate occasioni della giornata, sia di giorno quanto la notte senza rovinarci l’abito.

Riccardo Davoli