Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Tananai

26Quando ho visto Tananai esibirsi a Sanremo ero a casa davanti allo schermo visibilmente emozionato perché nell’epoca ante covid aveva sfornato qualche pezzo decisamente figo come “Esagerata” e “Volersi male. Invece quello che è accaduto sul palco dell’Ariston è stato un disastro. Visibilmente emozionato ha steccato un sacco di note raccogliendo soltanto qualche fischio dopo l’esibizione. Da quel momento e per tutta la durata del Festival non si è mosso dall’ultima posizione. Epica è l’esultanza per l’ultimo posto assieme a tutto il suo entourage come un goal al novantesimo: è diventata virale. A caldo, finito Sanremo, ne riparlavo con un amico che aveva avuto occasione di commentarlo con gente come Carl Brave, Gemello e compagnia bella senza mai nominare Tananai. E qualcosa non funzionava perché in fondo “Sesso Occasionale è un bel pezzo seppure in quell’occasione eseguito male. Gli ultimi saranno i primi diceva qualcuno. Non sempre capita, ma se accade lo show è assicurato. A quasi due mesi dalla fine del Festival di Sanremo, chiuso all’ultimo posto, Tananai si prende la vetta delle classifiche di Spotify in Italia. Successo spiegato in un’intervista alle Iene: “Sono arrivato ultimo a Sanremo e sono stato esaltato per avere esultato. Ho cantato male e senza accorgermene, però mi sono divertito. Quella botta di felicità non poteva certo cancellarla né una nota sbagliata, né un ultimo posto in classifica”. Purtroppo, ancora non sappiamo la data di uscita del suo album ma al momento, dopo “Sesso Occasionale e con le oltre 30k stream di “Baby Goddamn”, Tananai ha scalato tutte le classifiche trasformando definitivamente il suo percorso da outsider a vero astro nascente dell’hit pop italiano. Bravo.

Riccardo Davoli

Ads
Previous articleAS Roma: tutto pronto per i festeggiamenti di oggi al Circo Massimo
Next articleGarbatella: chiude “La tana del libro”, un pezzo di quartiere che se ne va