Home Cultura

Coronavirus: a rischio la sopravvivenza dei teatri

Il grido del Teatro Porta Portese che chiede aiuti per tutte le realtà artistiche

SHARE

TEATRO – Sono moltissimi i settori economici in difficoltà in questo delicato periodo caratterizzato dall’emergenza Coronavirus. Tra questi non sono esenti i teatri, luoghi di diffusione della cultura, chiusi ovviamente in seguito alle ordinanze del Governo, che rischiano di chiudere i battenti per sempre in seguito al lungo periodo di inattività. A lanciare questo grido è stato il direttore artistico del Teatro Porta Portese, Tonino Tosto, che chiede stanziamenti al fine di far sopravvivere queste realtà artistiche.

IL GRIDO

Nei decreti governativi – per quanto riguarda gli affitti o aiuti economici – per le associazioni culturali, che gestiscono teatri e luoghi di formazione, non è previsto nulla!”, denuncia Tosto. In occasione della Giornata Mondiale del Teatro il direttore artistico ha diffuso una lettera aperta alla stampa in cui chiede: “Occorre uno stanziamento straordinario a fondo perduto per il 2020″.

IL RUOLO DELLA CULTURA

“La Cultura – ha sottolineato Tosto – può e deve essere un comparto sul quale puntare per portare i cittadini del nostro Paese fuori dalla paura post virus; rigenerare il senso di comunità, stimolare l’esigenza di conoscenza e fruizione dell’immenso patrimonio culturale dell’Italia; favorire opportunità economiche ed occupazionali in un settore che crea ricchezza e comunità; attivare nuove opportunità di coesione e di partecipazione sociale, essere volano economico. Avviare – attraverso la cultura – un vero Rinascimento del nostro Paese!”.

IL TEATRO PORTA PORTESE

In questo periodo ovviamente le attività dei teatri sono ferme ma i costi continuano a gravare, dice il direttore artistico: “Questo è il caso del Teatro Porta Portese che, in considerazione dell’alto canone di affitto (con un privato), rischia, non avendo entrate per sostenere le spese, di cessare le proprie attività (spettacoli, scuole di teatro, laboratori teatrali e musicali, presentazione di libri, mostre, proiezioni, libreria a disposizione del pubblico). Se non si aiutano, oggi, realtà come il Teatro Porta Portese aumenterà la desertificazione urbana alla quale già assistiamo (sia nelle periferie sia nel centro delle città)”. Per questo il Teatro ha lanciato una raccolta fondi per riuscire a coprire le spese, volta al mantenimento e al rilancio dell’attività.

APT