Home Cultura Teatro

Ditegli sempre di sì

Ditegli sempre di sì è una delle prime commedie scritte da Eduardo De Filippo, un piccolo gioiello, spesso dimenticato, all’ombra di altri suoi grandi successi della storia del teatro mondiale, che racchiude già alcuni dei tratti fondamentali della poetica di una delle famiglie più importanti e produttive di sempre. Ditegli sempre di sì è la storia di Michele Murri, pazzo metodico con la mania della perfezione. Dopo essere uscito dal manicomio, grazie alla fiducia del proprio psichiatra, dopo un anno Michele prova a tornare alla sua vita normale. All’apparenza è un uomo normalissimo, senza problemi, ma in verità la sua follia è più sottile e molto più grave perché la sua pazzia consiste nel confondere i suoi desideri con la realtà che lo circonda, prendendo tutto alla lettera e spingendo tutto fino all’estremo. Tornato a casa dalla sorella Teresa si trova a dover fare i conti con degli schemi molto differenti da quelli che hanno cercato di dargli in manicomio e tra equivoci e fraintendimenti, ci si chiederà: chi è il vero pazzo?

Elledieffe, la compagnia di Teatro di Luca De Filippo, oggi diretta da Corolina Rosi, porta in scena, affidando a uno dei più autorevoli registi italiani, Roberto Andò, questo gioiello di De Filippo, per ridare lustro a una delle opere meno note dello sconfinato genio creativo di Eduardo e valorizzare e proteggere l’immenso patrimonio culturale di una delle più antiche famiglie della tradizione teatrale mondiale. Gianfelice Imparato interpreta Michele Murri, mentre a Carolina Rosi è affidato il ruolo della sorella Teresa, per la regia, come detto, di Andò, il quale, nonostante la grandissima esperienza, dirige qui per la prima volta una commedia eduardiana.

Ads

Teatro Vascello

Via Giacinto Carini, 78

Info e prenotazioni: 06 589 8031; promozione@teatrovascello.it

Orari: Dal lunedì al venerdì alle ore 21,00; sabato ore 19,00; domenica ore 17

Biglietto: Intero € 20, ridotto € 18

Marco Etnasi

Previous articleAnche dal Municipio VIII si guarda alla sicurezza di Vigna Murata
Next articleMunicipio XII: nuovi sopralluoghi per gli Archi di Villa Sciarra