Home Cultura Teatro

Nota stonata

Dal 17 al 29 gennaio va in scena, al Teatro Vittoria a Testaccio, lo spettacolo dal nome Nota stonata di Moni Ovadia, con Giuseppe Pambieri e Carlo Greco, autore anche della traduzione. Il testo, definito dal regista “deflagrante” è un kammerspiel a due, cioè uno spettacolo che vede sul palco solamente due protagonisti e una messa in scena minimalista, essenziale, che ha la funzione di riportare al centro dello spettacolo l’immersione totale del pubblico all’interno delle atmosfere della storia narrata, così come prevede il manifesto che ha dato origine al movimento teatrale nato in Germania negli anni Venti del secolo scorso. Nota stonata è la traduzione di Fausse note di Didier Caron. La storia è ambientata nei primi anni ’90, alla Filarmonica di Ginevra, nel camerino del direttore d’orchestra di fama internazionale Hans Peter Miller. Rientrato alla fine di un concerto, il Maestro viene importunato dall’invadente spettatore Léon Dinkel, che si presenta come un suo grande ammiratore, venuto appositamente dal Belgio per applaudirlo. Più il colloquio fra i due si protrae, più il comportamento di questo visitatore diventa strano e oppressivo. Finché si giunge a scoprire un oggetto del passato… L’impianto narrativo di Nota stonata è rimarchevole, di Polanskiana memoria, la tensione nei dialoghi e nelle interazioni tra i due protagonisti resta fissa per tutto il tempo della narrazione e cresce in modo marcato più si va avanti attraverso i nodi narrativi. “Dopo poche folgoranti quanto semplici battute di dialogo, mi sono sentito agguantare per l’anima e il basso ventre e quella sensazione non mi ha mollato più fino alla parola fine. L’ho letto d’un fiato, a bout de souffle”, dice Moni Ovadia commentando il testo di Caron. Uno spettacolo per chi ama il teatro, le belle storie e per chi ha voglia di trasformarsi, di nuovo, nel perno fondamentale dello schema palcoscenico, attori, spettatori.

Teatro Vittoria

Ads

Piazza Santa Maria Liberatrice, 10

Info e prenotazioni: TEL. 06 5781960 – FAX 06 5759935 – INFO@TEATROVITTORIA.IT
PRENOTAZIONE BIGLIETTI SOLO VIA TELEFONO

Orari: da martedì a venerdì ore 21.00
mercoledì e domenica ore 17 e 17 e 30

Biglietto: Galleria 21 €, Platea 27 €

Marco Etnasi

Previous articleRifiuti: Natale caldo per Roma, in vista di un anno decisivo
Next articlePartiti i lavori su Piazza Caduti della Montagnola