Home Municipi Municipio IX

A Mezzocammino si torna a parlare della ‘stazione fantasma’ della Roma-Lido

Prevista per il 19 febbraio l’assemblea organizzata da Legambiente e dal CdQ Tor de’ Cenci-Spinaceto

MEZZOCAMMINO – A via Trafusa c’è un parcheggio di scambio da 110 posti auto. Peccato che in questa zona la stazione della Roma-Lido (che era prevista) non è mai stata realizzata Questo nonostante la Conferenza di servizi del 2007-2008 (e del 2012 poi) ne avesse approvato il progetto previsto dalla convenzione tra Comune e consorzio di Mezzocammino, . Il progetto iniziale prevedeva una spesa di poco più di 2 milioni di euro per la Stazione e di circa 1,4 milioni per il parcheggio. A questi costi si sarebbero dovuti aggiungere anche alcune centinaia di migliaia di euro per adeguare la linea alla nuova stazione e per effettuare alcuni necessari espropri. Tutti fondi che sarebbero arrivati dai costruttori come oneri per le edificazioni della zona, ma che fino ad ora non hanno portato alla costruzione di nessuna stazione.

Ads

LA PETIZIONE

Nel mese di settembre scorso, durante la settimana della mobilità sostenibile, Legambiente e il Comitato di Quartiere “Tor de’ Cenci- Spinaceto” hanno lanciato una petizione per chiedere alla Regione Lazio, che sta ri-acquisendo la Roma-Lido per trasformarla dal 2022 in Metromare, di dar seguito a quanto previsto da progetti già approvati, ponendo in essere i lavori nel più breve tempo possibile. “Sono oltre dieci anni che ci battiamo per avere la stazione della Roma-Lido di via di Trafusa – spiegava in quell’occasione Guido Basso, del CdQ Tor de’ Cenci-Spinaceto – Il nostro è un ampio quadrante con oltre 70 mila abitanti, tra Tor de’ Cenci, Spinaceto, Mezzocammino, Brunori e Mostacciano, che ha avuto tante promesse alle quali non si sono succeduti fatti, e alla fine siamo rimasti senza ferrovia”.

L’ASSEMBLEA PUBBLICA

Intanto con l’intento di riportare l’attenzione su questo progetto, mai realmente dimenticato dai residenti, il 19 febbraio alle ore 10,30 è stata indetta un’assemblea pubblica presso la Parrocchia San Giovanni XXIII in via Giuseppe Lucchetti Rossi 35. Il titolo scelto per questo momento di condivisione, organizzato da Legambiente Lazio e dal CdQ Tor de’ Cenci-Spinaceto, è quanto mai evocativo del sentimento che muove i cittadini che si battono per la realizzazione della Stazione: “Valorizziamo il nostro Quartiere. Ripartiamo dal Mezzo Pubblico”. All’iniziativa oltre al Presidente del CdQ, Giudo Basso e al Presidente di Legambiente Lazio, Roberto Scacchi, interverrà anche Cristina Avenali, responsabile Contratti di Fiume e Piccoli Comuni della Regione Lazio, da tempo impegnata su questa vertenza, tanto da essere anche la prima firmataria della petizione portata avanti in questi mesi: “Il progetto per la stazione Mezzocammino della Roma-Lido, che sto seguendo da alcuni anni da quando ero Consigliera Regionale, è ad uno stadio piuttosto avanzato e la fermata avrebbe un’importanza fondamentale per la valorizzazione del quartiere e per la mobilità dell’intera città, pertanto è il momento di arrivare finalmente alla sua realizzazione” ha commentato Avenali, che poi aggiunge “l’assemblea è aperta a tutti i cittadini, le associazioni e i comitati, del quartiere e non, che vorranno partecipare per conoscere il progetto e seguire il percorso con cui vogliamo arrivare alla sua realizzazione”.

LeMa

Previous articleI Municipi VIII e IX insieme per la sicurezza di via di Vigna Murata
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 6,375 i nuovi casi, il rapporto con i tamponi è al 10,7%