Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Il Castello della Cecchignola è in vendita

Dal Comitato di Quartiere guardano al Comune: “Recuperare la proprietà potrebbe essere un’occasione per il quartiere”

CECCHIGNOLA – Il Castello della Cecchignola è uno dei simboli dell’Agro Romano Meridionale e da qualche tempo è stato messo in vendita. La sua torre di 45 metri svetta sulla campagna romana ed è facilmente visibile da molti quartieri limitrofi e da via Ardeatina. L’origine della struttura è probabilmente da far risalire all’epoca romana, mentre esistono ampi riferimenti a questo castello in epoca medioevale e successive.

IL CASTELLO IN VENDITA

L’annuncio di vendita, a trattativa rigorosamente privata, è apparto su alcuni siti che raccolgono annunci immobiliari, ed ha subito destato l’interesse e la preoccupazione dei cittadini della zona. Sono in molti a credere che l’aver lasciato questa struttura nelle mani dei privati sia stata un’occasione persa per il Comune di Roma: “Basta pensare che il Castello era inserito nel Piano di zona del 1988 per Cecchignola Sud – spiega il presidente del locale Comitato di Quartiere, Luca Santolamazza – avrebbe dovuto ospitare un centro anziani e un centro culturale a servizio del quartiere, ma così non è stato”.

Ads

UN’OCCASIONE PERSA PER IL COMUNE

Nei primi anni 2000 infatti il Comune decise di non procedere con l’esproprio dell’area, risparmiando il costo di questo intervento e della necessaria ristrutturazione (poi realizzata dai privati negli anni successivi): “Gli attuali proprietari hanno dovuto restaurare il castello e assicurare la saltuaria apertura al pubblico con una convenzione stipulata con il Comune – seguitano dal CdQ – Intanto però i fondi che il Comune ha risparmiato non sono ricaduti sul territorio e per realizzare il Centro Anziani il Campidoglio ha affittato un negozio”. Stessa situazione per quanto riguarda il cento culturale, che i ragazzi dell’associazione Attivamente Cecchignola hanno realizzato in autonomia affittando un locale commerciale. Dopo un anno di attività purtroppo questo presidio di socialità ha dovuto chiudere viste le difficoltà dell’emergenza sanitaria.

PUNTARE ALLA GESTIONE PUBBLICA

Quello che i cittadini della zona vorrebbero è che il Comune tentasse di riprendere in mano la proprietà di questo bene, acquistandolo dai privati. “Bisogna considerare che in questo momento il Castello è inserito nel Monumento Naturale del Fosso della Cecchignola – seguitano dal CdQ – sarebbe un peccato che il Comune perdesse anche questa occasione”. Intanto sempre dal CdQ rinnovano l’appello (lanciato già alle ultime due Giunte del Municipio IX) per rivedere e valutare la convenzione stipulata con il comune per la fruizione al pubblico del Castello.

Leonardo Mancini

Previous articleLa Scuola: luogo privilegiato di sostegno alla genitorialità
Next articleArriva la proroga: i rifiuti di Roma in Abruzzo ancora per un anno