Home Municipi Municipio IX

Cecchignola: si lavora ancora all’apertura della Città Militare

Tratto da Urlo n.202 giugno 2022

CECCHIGNOLA – Il Municipio IX è tornato ancora una volta a cercare un accordo sull’apertura al traffico privato della Città Militare della Cecchignola. Una vicenda che incide fortemente sulla mobilità dell’intero quadrante e che viene resa ancora più urgente dalle prossime edificazioni lungo via della Cecchignola e all’interno dell’area militare stessa, dove sono previsti 720 appartamenti a servizio del personale. Purtroppo nel corso degli anni la pressione del traffico sul quadrante è aumentata considerevolmente, senza però che si riuscisse ad ottenere alcun risultato dalle interlocuzioni con i vertici militari, comunque tentate in più occasioni.

Ads

Un nuovo dialogo si era cercato dopo la fuga di gas che il 21 gennaio scorso aveva bloccato il quartiere di Castello della Cecchignola, rimasto senza altra uscita se non via Kobler. Così il 12 maggio scorso si è arrivati al primo di una serie di appuntamenti tecnici che proseguiranno fino all’estate. “Sono anni che la cittadinanza aspetta e chiede di affrontare la questione – hanno commentato la Presidente Di Salvo e l’Assessora Angelucci – È arrivato il momento di procedere ad individuare e concretizzare le migliori soluzioni possibili in una visione di prospettiva per dare sicurezza e possibilità di maggiore movimento ai residenti e un’area militare che possa integrarsi con la Città”.

È ancora presto per delineare i tempi e soprattutto quali possano essere le soluzioni che verranno condivise in questi incontri. Possiamo solo ipotizzare che il dibattito sia partito dalle alternative già discusse in passato, quelle che vanno dall’apertura di una ‘breccia’ su via Kobler per raggiungere viale dei Bersaglieri, fino ad un’opzione attraverso il poligono di tiro della Città Militare, passando per la risistemazione e l’apertura di via dei Genieri.

Rispetto al passato però sembrerebbe che il clima sia cambiato e che ci sia più disponibilità dello Stato Maggiore: “Da loro c’è la percezione di fare parte del problema e di poter lavorare alla soluzione”, ha commentato l’Assessora Angelucci. Sulla stessa linea anche il consigliere di Europa Verde, Giulio Corrente, presente anche agli incontri avvenuti nella passata consiliatura: “C’è più disponibilità rispetto al passato e ora gli incontri saranno anche aperti agli assessorati comunali competenti”. Per metà giugno è fissato un nuovo incontro e probabilmente si andrà più in profondità sulle varie questioni.

Leonardo Mancini

Previous articleMunicipio XII: dopo sei mesi riaperti gli archi di Villa Sciarra
Next articleTOP GUN: MAVERICK