Home Rubriche City Tips

Centro Commerciale Maximo: l’apertura il 29 ottobre

A fine ottobre l’apertura dei 60mila mq e di 170 negozi, mentre si chiede conto al Comune delle opere a scomputo non ancora realizzate

SHARE

LAURENTINA – Appena prima dell’estate abbiamo pubblicato un articolo per chiarire quale fosse la situazione del nuovo centro commerciale Maximo su via Laurentina, anche in relazione alle opere ad esso collegate e attese sul territorio. Ora è stata diffusa (dal quotidiano RomaToday) la data di apertura della nuova struttura fissata per il 29 ottobre, mentre l’inaugurazione avverrà la sera del 28 ottobre. A quanto si apprende i vari negozi inseriti nel nuovo centro hanno già iniziato ad allestire i loro spazi, e tutto sarebbe pronto per l’apertura.

IL CENTRO COMMERCIALE

Si parla di una superficie di 60mila mq con circa 170 negozi: tra i marchi pronti a trasferirsi nel nuovo centro anche molte catene internazionali come Decathlon e Primark (con 7mila metri quadrati), una palestra McFit (2100 mq), un supermercato e un UCI Cinema. A quanto si apprende sono già state effettuate diverse centinaia di assunzioni, mentre il centro, nel suo complesso, dovrebbe portare circa 2.000 nuovi posti di lavoro. All’esterno dello Shopping Center è stata anche realizzata una piazza con un’area verde e una gradinata.

COSA MANCA?

Nel 2006 per dare il via a questo intervento, vennero concordate con l’amministrazione comunale diverse opere a scomputo, delle quali, ad oggi, si sta iniziando a chiedere conto (ne parlavamo già lo scorso luglio). È una interrogazione di Fdi in Campidoglio a porre alcune domane all’amministrazione grillina. Il consigliere De Priamo infatti chiede di conoscere “quali opere sono state realizzate e quali sono in corso d’opera”, in particolare rispetto alla “documentazione relativa alla passerella pedonale” (che pur citata nel Programma di Recupero Urbano del 2006, sembra essere sparita dalla Convenzione Urbanistica del 2008), alla piazza civica (realizzata per 15mila mq, mente i restanti 5mila sono legati alla costruzione non realizzata di due piani da parte di un’altra società) e soprattutto alla nuova sede del Municipio IX.

LA NUOVA SEDE DEL MUNICIPIO IX

Al momento in merito a quest’opera si starebbe realizzando un nuovo progetto esecutivo e non rappresenterebbe comunque un intervento vincolante all’apertura del centro. L’ipotesi di una nuova sede è stata anche recentemente dibattuta dalla politica locale attraverso le pagine del nostro giornale. Tutte le forze politiche (maggioranza e opposizione) hanno sottolineato come una nuova sede potrebbe eliminare il frazionamento presente attualmente, ma che allo stesso tempo farebbe venir meno il presidio sul quartiere Laurentino.

LA MOBILITÀ

Resta poi un altro nodo da sciogliere: la mobilità della zona. Se è vero che la Laurentina è ora servita anche dal Corridoio della Mobilità, è anche vero che i filobus che dovrebbero essere in servizio su questa dorsale risultano fermi in rimessa in attesa di un nuovo contratto di manutenzione. Così il Corridoio è percorso da mezzi non elettrici. Inoltre, soprattutto nei primi giorni di apertura, si potrà valutare se l’afflusso di traffico verso il nuovo centro commerciale creerà o meno problemi alla viabilità della zona e ai flussi che quotidianamente si riversano su via Laurentina.

Leonardo Mancini