Home Notizie Cronaca Roma

Il Comune annuncia lavori su oltre 600 km di strade in due anni

I primi interventi partiranno il 25 luglio sulle strade dell’Eur in Municipio IX, poi sarà la volta di via di Malagrotta

MUNICIPIO IX – Il 25 luglio partiranno i primi interventi di manutenzione straordinaria sulle strade del Municipio IX, utilizzando una parte dei 20 milioni stanziati a bilancio comunale per 80km di manutenzione assicurati dagli accordi CSIMU il mese scorso. In contemporanea nella giornata di ieri il Campidoglio ha annunciato nuovi importanti lavori sulle strade della Capitale

IL PIANO DEL CAMPIDOGLIO

L’accordo sottoscritto ieri prevede infatti l’avvio in contemporanea della manutenzione straordinaria di Comune e di ANAS su circa 100Km di strade in tutta la città. Un progetto che vale circa 18 milioni di euro e che grazie ai fondi del Giubileo (ulteriori 600Km) inciderà sull’11% della viabilità della città. “È un’operazione importantissima – dichiara il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri – che dà inizio al più vasto programma di miglioramento della pavimentazione stradale cittadino che la Capitale abbia mai avviato fino ad oggi, interessando in pochissimo tempo oltre l’11% della viabilità principale. Inoltre, attraverso le ulteriori risorse previste per il Giubileo e quelle utilizzate direttamente dal Comune di Roma, nei prossimi due anni si procederà al rifacimento profondo di ben 600 km della rete principale, cioè quella più esposta al traffico e a maggior rischio di incidentalità”.

Ads

I PROSSIMI INTERVENTI

“La prossima settimana verrà impiegata per approvare i progetti definitivi a cura dell’Anas, arrivando all’obiettivo del prossimo 27 luglio quando – aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture Ornella Segnalini – su via di Malagrotta compariranno le prime grandi macchine operatrici dell’Anas”. A seguire saranno realizzate le manutenzioni di viale Maresciallo Pilsudski e viale Parioli, classificate tra le strade più bisognose di manutenzione del II Municipio e che, per l’intenso traffico veicolare anche notturno, possono essere oggetto di interventi solo nel periodo estivo. Anas interverrà poi su via di Ponte Galeria, via della Pisana, via di Casal Selce, via della Storta, via Casal del Marmo, via Boccea (tratto interno al GRA), via di Casal Boccone, via del Casale di San Basilio, via di Tor Cervara, via dei Quattro Venti e via Flaminia (da Villa di Livia a inizio tratto ANAS – fronte Cimitero di Prima Porta). I Municipi interessati sono ben nove (II, III, IV, V, XI, XII, XIII, XIV e XV). “Tutte le lavorazioni saranno eseguite di notte, per arrecare il minor disturbo possibile agli utenti stradali – fanno sapere Titti Di Salvo ed Elio Tomassetti, Presidenti rispettivamente del IX e XII Municipio, interessati dagli interventi – e saranno opportunamente e preventivamente anticipate dalla posa in opera della fibra 5G, in gran parte già in corso. Il tutto grazie ad un attento coordinamento tra Municipi, CSIMU, gestori della fibra TLC e Polizia locale che ha provveduto in tempi incredibilmente brevi ai provvedimenti necessari alla gestione del traffico“.

GLI INTERVENTI IN MUNICIPIO IX

I primi interventi partiranno il 25 luglio prossimo dal Municipio IX con la riqualificazione di viale Egeo. La Presidente Titti Di Salvo e l’Assessora municipale ai Lavori Pubblici, Paola Angelucci, hanno poi confermato se i lavori proseguiranno poi su via Val Fiorita, via delle Tre Fontane, viale Tupini, viale dell’Astronomia e piazzale Guglielmo Marconi, per poi procedere con altri interventi in altri quartieri oltre l’Eur. “Il Municipio IX sarà a stretto contatto con l’Assessorato Capitolino e con il Dipartimento – seguitano la Presidente e l’Assessora – seguendo lo sviluppo dei lavori anche sostenendo l’esigenza di riqualificazione e messa in sicurezza per altre strade del territorio estremamente pericolose in primo luogo per le persone, per i ciclisti e per i mezzi che le percorrono”.

LeMa

Previous articleCittà Militare: si continua a lavorare per l’apertura
Next articleMarconi: per il mercato Macaluso ci siamo quasi