Home Municipi Municipio IX

Il Casale di via Città d’Europa è preda dei vandali

Il casale è in abbandono dopo il fallimento del bando di assegnazione. Il CdQ Torrino Nord: “Se non si troverà una soluzione procederemo ad una denuncia”

SHARE

TORRINO – È il Comitato di Quartiere Torrino Nord in un post sulla sua Pagina Facebook, a denunciare le condizioni in cui versa il Casale Città d’Europa, dopo che anche le seconde imprese vincitrici del bando per l’affidamento hanno fatto un passo indietro.


LE CONDIZIONI DEL CASALE

Dura la reazione del Comitato, che non manca di minacciare denunce qualora non si riesca ad intervenire al più presto per mettere in sicurezza i luoghi: “Sono state di nuovo sfondate le porte recentemente aggiustate, sia al piano basso che al piano superiore – spiegano dal CdQ – il casale è alla mercé di vandali seriali, crediamo che tale situazione è arrivata ormai al capolinea. Il Comitato e i cittadini non sono più disposti a continuare a sopportare tale situazione e proprio per questo i diretti interessati sono stati informati che si procederà, se a breve non si troverà una soluzione, ad una denuncia per mancata vigilanza e messa in sicurezza di una struttura anche patrimonio storico del Quartiere”.

LA VICENDA

Il casale di viale Città d’Europa venne acquisito dal Consorzio che edificò la zona assieme ai terreni. Qualche anno fa il Comune riprese in carico il casale lasciando però all’abbandono, all’incuria, ai vandali e alle intemperie, fattori che, inevitabilmente, lo hanno reso fatiscente e inutilizzabile senza un’adeguata opera di riqualificazione. I cittadini tentarono più volte di rivendicarne un utilizzo pubblico, senza però ottenere risultati. Alla fine venne espletato un bando nel 2014 con il fine di ristrutturarlo e darlo in concessione. L’associazione vincitrice, poi, rinunciò e la palla passò al secondo classificato, che successivamente decise di rinunciare. I motivi di questa rinuncia sarebbero nell’impossibilità di realizzare all’interno un punto ristoro (come previsto del Piano Regolatore Generale per le aree verdi), per il quale servirebbe una variante da parte dell’Assemblea Capitolina, che però non è mai arrivata in aula.

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA LOCALE

In queste ore i varchi di accesso del casale, divelti nei giorni scorsi da vandali non identificati, sono stati nuovamente chiusi da parte degli agenti della Polizia Locale giunti sul posto.

Leonardo Mancini