Home Municipi Municipio IX

Il CdQ Cinque Colline in strada per trasporto pubblico, sicurezza e illuminazione

La protesta coinvolge anche altri quartieri dell’estrema periferia del Municipio IX

Tratto da Urlo n.206 novembre 2022

LAURENTINA – Lo scorso 16 ottobre i residenti delle Cinque Colline nel IX Municipio sono tornati a manifestare per sensibilizzare le istituzioni sulle problematiche del territorio. Sicurezza stradale, trasporti, illuminazione, pulizia e cura del verde i principali temi su cui i cittadini sollecitano risposte da parte delle istituzioni. “Il comitato non è nuovo a queste iniziative – ha detto il Presidente del CdQ, Pasquale Laurito – Già nell’aprile del 2015 i cittadini installarono 450 fantocci lungo la via Laurentina. Se 7 anni fa l’emergenza principale era la sicurezza dell’arteria provinciale, ora la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la mancata soluzione del problema della mobilità verso il GRA e la metropolitana”.

Ads

I DISAGI PER I CITTADINI

“Con la nuova programmazione in vigore dallo scorso 12 settembre – ha commentato la Vice Presidente del CdQ, Lorella Seri – sono state soppresse le linee scolastiche 071s, 073s e 074s e ora abbiamo come unico mezzo di collegamento lo 073, che fa capolinea a via Capelli dove c’è la coincidenza con le linee 73 e 74 che portano fino al capolinea della Metro B Laurentina. Ma il capolinea di Capelli è scomodo, non attrezzato (senza pensiline per proteggersi dalla pioggia) e scoraggia molti utenti dall’utilizzarlo: noi speriamo di poter riottenere il percorso che avevamo prima, passando per il ponte sul GRA per raggiungere la stazione Laurentina. Dopo pochi giorni dalla nostra protesta siamo stati invitati a un incontro tecnico nel corso del quale gli assessori presenti si sono impegnati per migliorare i servizi: speriamo che alle parole seguano i fatti”. L’istituzione è al fianco dei cittadini e si sente parte in causa e parte lesa, ha detto Paola Angelucci, Assessora alla Mobilità e ai Lavori Pubblici del IX Municipio, anch’essa presente al tavolo tecnico: “Le linee scolastiche soppresse – ha spiegato – erano state istituite in via emergenziale. Non c’era il filobus, eravamo in piena pandemia, c’era necessità di servire maggiormente tutte le zone. Successivamente il Ministero Infrastrutture e Trasporti (MIT) ci ha comunicato di non concedere più la deroga, perché c’è stata la riattivazione del filobus”. In ogni caso Angelucci continua a sostenere l’importanza di “mantenere la rete Tpl efficiente nei quartieri extra GRA e soprattutto – ha concluso – andremo presto a discutere con Roma Mobilità le modifiche fatte al trasporto pubblico, che non ci soddisfano e non soddisfano la cittadinanza”.

IL RUOLO DELLE OPPOSIZIONI

“In qualità di consigliera del Municipio IX e membro della Commissione Mobilità e Lavori Pubblici, mi sono interessata immediatamente dei problemi della mobilità nel quartiere Cinque Colline e questo anche perché la mobilità determina la vivibilità dei luoghi e il contrasto alle diseguaglianze”, ha affermato la capogruppo della lista civica Raggi del IX Municipio, Carla Canale: “Con questo obiettivo, ho presentato una proposta di risoluzione per il ripristino immediato delle linee 071s, 073s e 074s, che è stata votata all’unanimità sia in commissione sia in aula, ma al momento è rimasta lettera morta. Anche illuminazione e sicurezza di molte strade, tra cui la Laurentina, sono state oggetto di dibattito in commissione. Sembra che il cantiere per la messa in sicurezza stia per essere aperto, speriamo sia così per l’incolumità dei residenti dei quartieri extra GRA e di coloro che percorrono quotidianamente la Laurentina. Non condividiamo, poi, l’idea del sindaco Gualtieri di allargare la strada per consentire il passaggio dei tir al fine di giustificare la scelta dell’inceneritore a Santa Palomba, perché il transito continuo di mezzi di grande portata, per trasportare i rifiuti ad un impianto dannoso per la collettività e per le aziende del IX Municipio e della città, non rende più sicura la Laurentina”. Note critiche anche dal capogruppo di Fratelli d’Italia nel IX Municipio, Massimiliano De Juliis, che ha auspicato che “il filobus venga prolungato fino a Trigoria, in modo da collegare meglio, oltre alla stessa Trigoria, anche le zone di Casal Fattoria, Torretta e Campus Bio-Medico, ma al momento non ci sono atti decisionali della giunta Di Salvo in tal senso. Per quanto riguarda l’illuminazione e le pensiline sarebbe utile riprendere i piani della giunta Alemanno, lasciati nei cassetti dalle successive amministrazioni comunali, inoltre i ritardi nella messa in sicurezza delle strade sono anche conseguenza del depotenziamento del ruolo delle province attuato dalla riforma Del Rio”.

Andrea Ugolini

Previous articleI disegni di Kafka
Next articleMunicipio IX, termovalorizzatore: arriva il plauso del M5s per le dimissioni dell’Assessore