Home Municipi Municipio IX

Laurentina: riapre il ponticello ciclo-pedonale

Finalmente ricucito il collegamento tra Montagnola ed Eur, ma resta l’attesa per gli interventi sull’illuminazione sul resto dell’infrastruttura

LAURENTINA – È stato finalmente riaperto il ponticello ciclo-pedonale abbattuto l’8 ottobre 2020 da un mezzo pesante in manovra. L’infrastruttura, molto utilizzata da pedoni e ciclisti mette in collegamento i quartieri di Montagnola e dell’Eur, in un punto di snodo importantissimo al confine tra il Municipio VIII e IX. L’ultimo step per permettere la riapertura era l’ok da parte del Genio Civile, dopo che nel mese di ottobre era stata posizionata la nuova campata realizzata interamente in legno. Un lungo iter che ha subito anche alcuni ritardi, ma che, come segnalato da cittadini e istituzioni, si è finalmente concluso.

I RINGRAZIAMENTI ALL’AMMINISTRAZIONE PRECEDENTE

Il Sindaco Roberto Gualtieri, così come tutti gli altri rappresentati delle Istituzioni presenti, ha ringraziato la precedente amministrazione per l’avvio dei lavori di ricostruzione di questo collegamento: “Contento di aver inaugurato oggi la riapertura al pubblico del Ponte ciclopedonale di via Laurentina. Ringrazio l’amministrazione precedente che ha avviato i lavori, i Presidenti dei Municipi VIII e IX e l’Assessora Ornella Segnalini per l’impulso che ha saputo dare in questo ultimo periodo – ha commentato il Primo Cittadino – Ringrazio anche la folta rappresentanza di ciclisti presenti, che ci ricordano che dobbiamo mettercela tutta per costruire una mobilità sostenibile e fare di più per realizzare una rete di ciclabilità sicura ed efficiente. Questo ponte è una delle tante ricuciture per costruire il nostro sogno condiviso di una città più vivibile per tutti”.

Ads

RICUCIRE DUE TERRITORI

Di ricucitura ha parlato nel suo intervento anche la Presidente del Municipio IX, Titti di Salvo: “Si tratta di un’opera in legno di grande pregio, indispensabile per la sicurezza dei ciclisti e dei pedoni. Ho preso l’impegno di rafforzare gli investimenti per la mobilità dolce che è necessaria per la nostra visione della città di prossimità, dei 15 minuti – e ancora – Restituire ai cittadini la ricucitura di questi due territori non è un fatto isolato, ma fa parte della nostra idea di città e della mobilità dolce”. Sulla stessa linea anche l’Assessora municipale ai Lavori Pubblici, Paola Angelucci: “Abbiamo ricucito un pezzettino di Città. Sono stata la prima ad arrivare sul posto quando è crollato – allora nel ruolo di Assessora del Municipio VIII Ndr – E sono tornata oggi con il sindaco e con la Presidente di Salvo per la riapertura. È importante che il cavalcavia ciclo pedonale della Laurentina sia stato restituito alle persone per attraversare in sicurezza, a piedi o in bicicletta, un pericoloso nodo stradale”. Dal vicino Municipio VIII è il minisindaco Amedeo Ciaccheri a parlare di un “fiume di romane e romani su due ruote a pedali per la riapertura del Ponte”, e ancora di “un’apertura che significa un impegno condiviso con la nuova giunta a una città a misura di persona per una nuova mobilità”.

RESTANO ALCUNE CRITICITÀ

Nonostante la festa per la riapertura di questo importante snodo ciclo-pedonale, resta l’amaro in bocca per qualche intervento che si sarebbe potuto prevedere già durante i lunghi mesi di chiusura. La segnalazione è arrivata dal Comitato di Quartiere di Montagnola, che fin dall’ottobre 2020 ha monitorato la situazione: “Perchè non fare mai i lavori completi? – si chiedono i cittadini – L’illuminazione non è stata ripristinata, stessa cosa per assi rotte o deteriorate e imbrattamenti vari. Non si poteva cogliere l’occasione per sistemare tutto?”. Abbiamo chiesto conto delle criticità all’Assessora Angelucci che al nostro giornale ha sottolineato l’importanza di interventi: “L’illuminazione manca già da qualche anno – afferma – Ho chiesto all’assessora Segnalini e al Sindaco di poter completare l’opera con il ripristino dell’illuminazione, dato che anche quella concorre alla sicurezza di chi attraversa il ponte”.

Leonardo Mancini

Previous articleVigna Murata: sulla pericolosità della strada si aspetta il parere di due Municipi
Next articleSant’Eugenio: ancora problemi con pasti e cucine