Home Notizie Cronaca Roma

Laurentino: da oggi il quartiere ospita Piazza Gabriella Ferri

La piazza, nei pressi del centro commerciale Maximo, è stata inaugurata questa mattina

LAURENTINO – È avvenuta questa mattina l’intitolazione di una piazza del quartiere Laurentino, a due passi da centro commerciale Maximo, alla cantautrice Gabriella Ferri, indimenticabile interprete della tradizione canora romana e napoletana scomparsa nel 2004.

PIAZZA GABRIELLA FERRI

Gabriella Ferri è la voce di Roma, il cuore di questa città. Credo sia giusto intitolare un luogo a una persona che ha dato tanto a Roma e lo ha fatto dando tutto l’amore possibile – ha commentato la sindaca Virginia Raggi durante la cerimonia – è giusto dare un riconoscimento a chi si impegna a migliorare il luogo dove vive e lei con la sua musica e la sua arte lo ha fatto“. I ringraziamenti al Comune di Roma e alla Sindaca sono arrivati dal figlio di Gabriella Ferri, Seva Borzak: “Quando sarà possibile riusciremo a fare anche una bella festa con degli artisti che possano ricordare l’incredibile lavoro di ricerca musicale e artistica fatto da mia madre nel corso della sua vita – ha detto Borzak – Dal nulla, aveva fatto solo la quarta elementare, è riuscita a immortalare il suo nome in questa città“.

DONNE E TOPONOMASTICA

All’intitolazione era presente anche il direttore di Vanity Fair, Simone Marchetti, che ha sottolineato come troppe poche delle nostre strade siano intitolate a donne: “Le migliori cose si fanno insieme e con Vanity Fiar cerchiamo quotidianamente di costruire ponti fra i mondi. E uno dei più importanti è il rispetto che oggi dobbiamo avere per il mondo femminile e la sua emancipazione. Ci sembrava assurdo che solo il 4 % delle strade italiane fossero intitolate a donne e perciò, insieme all’associazione ‘Toponomastica femminile’, abbiamo deciso di ricominciare a scrivere la geografia italiana delle donne“. Un’attività che in Municipio IX sembra già essere iniziata, così come riferito dal minisindaco Dario D’Innocenti: “Le ultime due intitolazioni a cui ho partecipato nel nostro municipio sono dedicate a due donne. Io spero che continueremo di questo passo perchè se ci facciamo un giro per le strade vediamo che la maggior parte sono intitolate agli uomini. Questo non è giusto perchè tante donne hanno reso lustro al nostro Paese con la loro cultura e con la loro arte e quindi è bene invertire questa tendenza”.

Red