Home Municipi Municipio IX

Laurentino: il Casale della Massima sarà la nuova sala matrimoni municipale

La struttura di via Alfonso Gatto trova una nuova funzione per superare l’abbandono degli ultimi anni

LAURENTINO – Finalmente il Casale della Massima in Via Alfonso Gatto, del quale i cittadini più volte hanno segnalato l’abbandono, troverà una nuova funzione: diventerà la sala per i matrimoni del Municipio IX. La struttura immersa nel verde sarà così nuovamente aperta al pubblico, dopo i lavori di ristrutturazione e l’abbandono degli ultimi anni.

Ads

IL CASALE DI VIA GATTO

La proprietà della struttura è comunale, anche se dal 1999 è stata assegnata all’Ente Regionale RomaNatura che si occupa della tutela dell’area di Decima Malafede e Laurentino-Acqua Acetosa e avrebbe dovuto realizzare un polo museale nel casale. I lavori di ristrutturazione sono partiti nel 2013 ad opera del dipartimento patrimonio del Comune, sono costati circa 1milione di euro e sono durati quattro anni. Purtroppo con la chiusura dei cantieri tutto si è fermato e persino il parco attorno al casale, un tempo curato dai cittadini della zona, è finito nel degrado.

L’ACCORDO CON ROMA NATURA

La firma di un protocollo d’intesa tra il Municipio IX e l’Ente Regionale Roma Natura è arrivata questa mattina e consentirà di mettere a disposizione del territorio e dei suoi cittadini il Casale della Massima. “Oggi con il Presidente dell’Ente Regionale RomaNatura Maurizio Gubbiotti abbiamo firmato un protocollo di intesa – ha dichiarato la Presidente Di Salvo – Il Municipio potrà disporre finalmente di una bella sala matrimoni e le persone degli uffici dello stato civile potranno lavorare in un ambiente più adeguato. Anche questo è prendersi cura del territorio e delle persone“. Inoltre il Casale di via Gatto diventerà anche un punto informativo e di partecipazione per il Parco: “Con molto piacere come Parco abbiamo raccolto la proposta da parte della Presidente Titti Di Salvo, apprezzandone impegno e sensibilità nei confronti delle aree protette – dichiara Maurizio Gubbiotti, Presidente di RomaNatura – di una collaborazione, che nei prossimi mesi metterà in campo una serie di azioni a favore della sostenibilità ambientale e sociale“.

LeMa

Previous articleAnche il Consiglio Comunale vota la Delibera sulle affrancazioni
Next articleCovid-19: nelle ultime 24 nel Lazio i nuovi casi sono 10.560, il rapporto con i tamponi è al 10,2%