Home Municipi Municipio IX

Laurentino: partite le demolizioni degli alloggi abusive ai Ponti 5 e 6

Gli interventi di riqualificazione iniziati da Ater porteranno alla realizzazione di 56 nuovi appartamenti

LAURENTINO – Nella mattinata di ieri sono partiti i lavori di demolizione degli alloggi abusivi costruiti da oltre 30 anni nel complesso Ater del Laurentino 38. “Stiamo promuovendo il più grande intervento di riqualificazione del Laurentino 38, che comprende la ristrutturazione del plesso di via Enrico Pea, mentre a settembre procederemo con la pianificazione degli interventi per la riqualificazione anche dei ponti 4 e 8. Fino al termine del nostro mandato saremo impegnati concretamente nella riqualificazione del patrimonio di edilizia pubblica nelle periferie di Roma“, ha dichiarato Massimiliano Valeriani, assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio.

IL PROGETTO E I FONDI

Il programma degli interventi è finanziato dall’Amministrazione regionale con un investimento di oltre 7 milioni di euro e riguarda i ponti 5 e 6. Attraverso il cambio di destinazione d’uso da servizi a residenziale, verranno realizzati 56 nuovi appartamenti (28 per ciascun ponte), di cui 50 di piccolo taglio (tra i 40 i 60 mq) e 6 alloggi di taglio medio (tra i 60 e gli 80 mq). Prosegue in questo modo il Piano triennale finanziato dalla Regione con 70 milioni di euro per la costruzione di 708 nuovi alloggi pubblici, di cui 250 già completati. Il progetto prevede inoltre la completa ristrutturazione dei ponti con interventi di riqualificazione, come il rifacimento di coperture e terrazzi, il ripristino delle strutture in cemento armato, il rifacimento delle pavimentazioni degli spazi comuni e l’installazione di un nuovo ascensore alla scala A.

Ads

LE FAMIGLIE

Sono circa venti i nuclei familiari che troveranno posto in questi appartamenti e che, al momento, sono ospitati in altre strutture di Ater. Le famiglie, spiega il capogruppo del Pd in Municipio IX, Manuel Gagliardi, “sono state ricollocate in altri appartamenti, per evitare altre occupazioni Un risultato importante e un primo passo verso la realizzazione del progetto di rigenerazione urbana del quartiere del Laurentino. In questi giorni, con l’assessore Valeriani e con la presidente Titti Di Salvo, insieme ad Ater ed al nostro servizio sociale abbiamo coordinato le operazioni di demolizione. Tutti i nuclei familiari troveranno una collocazione in appartamenti forniti da Ater e nessuno verrà lasciato solo. Come emerso dall’ultima seduta della commissione – conclude – nelle prossime settimane verranno spostate anche le ultime famiglie ancora presenti nel ponte”.

LeMa

Previous articleM5s Roma: al via la raccolta firme contro il termovalorizzatore
Next articleIn partenza la terza edizione di Formaticum