Home Municipi Municipio IX

L’ex Mercato di via Quasimodo trova una nuova casa in via Silone

Gli operatori sono stati spostati dalla sede provvisoria di via Sapori: in estate gli interventi per migliorare la nuova area

SHARE

Tratto da Urlo n.180 Giugno 2020

LAURENTINO – È l’area di parcheggio su via Ignazio Silone, a pochi metri dall’incrocio con via Govoni, ad ospitare il mercato saltuario (aperto nelle giornate di mercoledì e venerdì) che era posizionato fino a pochi giorni fa, in via provvisoria, all’esterno del plateatico del quartiere Laurentino. Un mercato che da molti anni non trovava una sede definitiva, venendo spostato, come ricordato anche dal consigliere penta-stellato e presidente della Commissione Commercio, Filippo Massimo Errico, “anche a discapito del lavoro degli operatori”. La notizia di questa definitiva collocazione è stata data dal Presidente del Municipio IX, Dario D’Innocenti, e dall’Assessore alla Commercio, Roberto De Novellis. “Avevamo promesso ai cittadini di Fonte-Ostiense che quella (via Sapori, ndr) sarebbe stata una situazione temporanea – ha dichiarato il minisindaco D’Innocenti – Abbiamo selezionato quest’area al confine tra i quartieri di Ferratella e di Fonte-Ostiense. Questo – aggiunge – non sarà il mercato di Ferratella, ma anche per Ferratella. Servirà due quartieri e molti più cittadini”.

LA STORIA

È l’Assessore De Novellis a ripercorrere i passaggi fondamentali della storia di questo marcato e dei suoi molti spostamenti negli ultimi anni. Venne istituito nel 2006 e posizionato prima in via Oscar Sinigallia e poi su viale Cesare Pavese. Successivamente venne delocalizzato in via Salvatore Quasimodo, dove gli operatori e i cittadini hanno imparato a conoscerlo e dove è rimasto per diversi anni. “Nel 2016 – spiega l’Assessore De Novellis – abbiamo trovato una grave situazione di abusivismo, con il doppio degli operatori (circa 50) rispetto ai 26 posteggi assegnati”. Una situazione difficile da contrastare e che aveva generato un forte degrado nell’area delle vicinanze di una scuola, nonostante molti cittadini del quadrante apprezzassero il mercato. “Con le misure di sicurezza imposte dopo gli attentati di Berlino – seguita De Novellis – in tre mesi abbiamo dovuto spostarlo sul piazzale antistante al mercato del Laurentino, in via Sapori, aprendo una trattativa serrata con il territorio e gli operatori per trovare una sede definitiva”. Ma è stata una nuova emergenza, quella legata all’epidemia di Covid19, ad accelerare lo spostamento in via Silone: “Dal 2017 c’era un gruppo di lavoro che ha analizzato vari siti in tutto il Municipio, poi è arrivato il Covid e il distanziamento che non consentiva la vicinanza di due mercati – seguita l’Assessore – e quindi si è velocizzato l’iter per evitare la chiusura”.

LA NUOVA AREA SU VIA IGNAZIO SILONE

Nei giorni immediatamente precedenti all’insediamento degli operatori, l’area di parcheggio su via Silone è stata ripulita e bonificata dal personale dell’Ama (si è proceduto alla rimozione di rifiuti accumulati ai bordi del parcheggio e di materiali di risulta come calcinacci). Qualche critica sul mancato coinvolgimento di Commissione e Consiglio Municipale arriva dal gruppo di Fdi in Municipio IX che avrebbe preferito poter discutere di questo spostamento: “L’area in questione potrebbe presentare delle criticità – affermano – per i parcheggi e perché è posizionata appena prima di una curva della strada. Si sarebbero potuti fare degli accertamenti con la Polizia Locale e gli uffici, invece la Giunta ha proceduto da sola”. Dal Municipio fanno sapere che si stanno valutando anche altri interventi, da realizzare nei prossimi mesi: “Non abbiamo potuto fare tutto prima della riapertura, proprio perché volevamo evitare che gli operatori non potessero tornare a lavorare – seguita De Novellis – comunque qui siamo in presenza di un’area adatta ad ospitarli, ben delimitata e quindi non preda dell’abusivismo”. Tra gli interventi programmati, che potrebbero prendere il via durante i mesi estivi, c’è la nuova asfaltatura dell’area, la sistemazione dei marciapiedi e degli attraversamenti pedonali. “Pian piano il mercato sta tornando a prendere forza – seguita De Novellis – c’è bisogno di un periodo di rodaggio, ma l’area individuata è un luogo di passaggio anche pedonale, incastonata tra due quartieri, ottima dal punto di vista commerciale. Abbiamo anche chiesto maggiore collaborazione da parte della Polizia Locale per vigilare sull’area e la nostra intenzione è quella di lavorare al rilancio di questa esperienza. Ora – conclude -con l’emergenza sanitaria abbiamo dovuto procedere con urgenza, ma non vogliamo abbandonare gli operatori”.

Leonardo Mancini