Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: continua il dibattito sul tema rifiuti

Dai centri di raccolta alle criticità sul porta a porta, fino al cambio di management di Ama

Tratto da Urlo n.198 febbraio 2022

MUNICIPIO IX – Nelle scorse settimane in via Silone si è svolto un Consiglio Municipale straordinario in tema di rifiuti, successivamente i cittadini del Coordinamento dei Comitati di Quartiere hanno affermato di essere pronti ad una class action se il ritiro dei rifiuti da parte di AMA non tornerà alla normalità con il rispetto del calendario disposto dal contratto di servizio. Una situazione complessa, soprattutto perché il territorio viene da giorni (quelli a cavallo delle festività natalizie) dove l’emergenza è stata caratterizzata da accumuli di rifiuti e mancato ritiro del porta a porta. La crisi, anche grazie al coordinamento e alla raccolta delle segnalazioni da parte dell’assessorato municipale all’ambiente, è parzialmente rientrata, ma restano i problemi strutturali di un sistema che sempre di più è rappresentabile come una coperta corta.

Ads

LE CRITICHE

La maggiore criticità rilevata, soprattutto per i tanti quartieri serviti dal porta a porta, riguarda il numero di passaggi. Prima della pandemia infatti in questi quartieri il ritiro era previsto 3 volte a settimana per l’organico, 2 per carta, multimateriale e indifferenziato, una volta per il vetro. Da marzo 2020, invece, per queste ultime frazioni il ritiro viene effettuato soltanto una volta la settimana. “Questo significa che se un passaggio salta i rifiuti non vengono raccolti per 15 giorni – afferma il capogruppo di Fdi, Massimiliano De Juliis – è evidente che nessuno in questi mesi ha controllato e ha fatto pesare che il servizio è stato dimezzato a fronte di una tariffa altissima. Abbiamo richiesto la ripartenza della raccolta come prima del Covid, ma al momento non vediamo miglioramenti. Concediamo ancora un po’ tempo ma tra un mese partiremo alla carica. Certo, da chi aveva dichiarato che Roma sarebbe stata pulita entro Natale ci saremmo aspettati di più”. Le difficoltà riscontrate durante le festività, secondo la consigliera Carla Canale della Civica Virginia Raggi, “sono legate probabilmente allo spostamento di personale per la pulizia straordinaria disposta dal Campidoglio. Noi in Consiglio abbiamo fatto diverse richieste e sottolineato tutte le criticità. Vogliamo capire quale sarà il futuro del porta a porta sul nostro territorio – aggiunge – Puntiamo all’ampliamento del servizio anche per i quartieri non serviti – Spinaceto e Laurentino-Fonte Ostiense, ndr – ma per farlo serve investire”.

LE PROSPETTIVE SULLA RACCOLTA

Per sapere quali siano le prospettive sulla raccolta nel Municipio IX abbiamo ascoltato l’Assessore municipale all’Ambiente, Alessandro Lepidini, che ha sottolineato il cambio di management di Ama di questi giorni: “Abbiamo incontrato con la Presidente il nuovo capo area di Roma Sud e abbiamo riscontrato grande disponibilità e voglia di lavorare congiuntamente per avere un territorio pulito e con una raccolta efficiente – afferma – sono arrivate nuove macchine vasca ed è stato rafforzato il sistema delle macchine madri per rendere più efficace la trasferenza dei rifiuti del porta a porta. Questa era un’attenzione che avevamo già chiesto per ottenere buoni risultati di raccolta e che ora si starebbe concretizzando. Credo – afferma Lepidini – che si sia aperta una nuova fase alla quale guardare con ottimismo”.

I CENTRI DI RACCOLTA

Intanto il periodo natalizio ha portato con sé la riapertura del centro di raccolta di via Laurentina, ma questo, assieme al centro di Mostacciano, non basta a soddisfare le necessità per il conferimento degli ingombranti di un territorio così vasto. “Dobbiamo riprendere il dibattito per una nuova isola ecologica, valutando con i Comitati un’area idonea a servizio dei quartieri periferici. Poi – conclude De Juliis – c’è da far ripartire il progetto per il centro di raccolta di Tor de’ Cenci che venne avviato con Marino”. Su questo tema dall’Assessorato municipale assicurano che le interlocuzioni sono già riprese per superare lo stallo degli ultimi anni e che a breve ci saranno delle novità.

Leonardo Mancini

Previous articleMax Ernst
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 7.407 i nuovi casi, il rapporto con i tamponi è al 9,7%