Home Municipi Municipio IX

Municipio IX, RADAR: un progetto per assistere gli anziani

MUNICIPIO IX – Prevenire il disagio psico-fisico degli anziani con l’aiuto di psicologi e aiutarli a scegliere stili di vita più salutari per migliorare il proprio benessere. Questi sono alcuni degli obiettivi del Progetto “RADAR” AGYR-2021, realizzato dalla Fondazione Santa Lucia IRCCS grazie ad un finanziamento della Fondazione AIRALZH (Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus). L’iniziativa interessa i centri anziani del IX Municipio e svolge un ruolo attivo perché, come ha spiegato la Presidente Titti Di Salvo, “abbiamo preso atto del disagio che affligge un numero sempre più ampio di persone che dopo due anni di pandemia sono preoccupate a causa dall’incertezza indotta dalla guerra e dalla crisi economica”. Il progetto è stato avviato in quattro Centri Anziani: l’Aldo Serafinelli a Tor de’ Cenci, il Marcella ed Oscar Sinigaglia al Laurentino, in quello di Spinaceto, e a Trigoria al Benedetto Rossi. L’assessora alle Politiche Sociali, Luisa Laurelli, ha puntualizzato “che la fase di studio iniziale serve soprattutto a capire quanto la situazione complessa che stiamo vivendo può incidere sulle forme di demenza. Così l’amministrazione potrà mirare gli interventi per curare la sindrome di Alzheimer e altre patologie, stimolando gli anziani a migliorare il proprio benessere, con attività sportive e un’alimentazione più corretta per prevenire le malattie del metabolismo e cardiache”. Radar si inserisce in un più ampio quadro di iniziative di screening, prevenzione e divulgazione rivolte al pubblico che ogni anno vengono promosse dalla Fondazione Santa Lucia. In particolare la Settimana del Cervello 2022, promossa dalla Società Italiana di Neurologia e da Brain Awareness Week, con lo scopo di aumentare la consapevolezza nei confronti della ricerca sulle malattie neurologiche. Gli anziani che partecipano al progetto Radar hanno psicologi e ricercatori esperti a loro disposizione per ricevere gratuitamente uno screening cognitivo, una valutazione dello stile di vita, informazioni utili e pratiche per prevenire il declino cognitivo o conoscere e affrontare i sintomi della demenza e una seconda valutazione di controllo dopo un anno, per monitorare la salute del cervello nel tempo. Gli incontri con gli psicologi proseguiranno fino a giugno, ha concluso Laurelli, “e riprenderanno a settembre: il nostro obiettivo è allargare la mappatura a tutti e undici i centri anziani del Municipio, compreso quello appena istituito a Fonte Laurentina. Per dicembre dovrebbero essere divulgati i risultati degli screening, sulla cui base verranno pianificati ulteriori interventi a partire da gennaio 2023″.

Andrea Ugolini

Ads
Previous articleNuovo cambio di viabilità per il quadrante Piazza Scotti
Next articleLuchè – Dove volano le aquile