Home Notizie Cronaca Roma

Santa Palomba: rinviata la protesta dei Sindaci del “cratere”

I Sindaci di Marino, Albano, Ariccia, Genzano, Ardea, Castel Gandolfo e Lanuvio si incontreranno presto per firmare una missiva indirizzata a Gualtieri

SANTA PALOMBA – È saltata questa mattina la firma di una lettera indirizzata al Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, da parte dei sindaci dei comuni vicini a Santa Palomba, dove dovrebbe trovare posto il termovalorizzatore a servizio della Capitale. L’iniziativa annunciata ieri è stata rinviata a causa dell’assenza di alcuni dei primi cittadini coinvolti. Solo tre dei Sindaci su 7 sarebbero stati presenti, ma la volontà di procedere uniti in questa battaglia ha prevalso.

I sindaci dei Comuni del “cratere” attorno a S. Palomba, Marino, Albano, Ariccia, Genzano, Ardea, Castel Gandolfo e Lanuvio, hanno infatti condiviso con le Associazioni della Rete Tutela Roma Sud una richiesta a Gualtieri affinché sospenda la manifestazione di interesse e riveda il piano di gestione dei rifiuti facendo valutare le alternative ad una commissione di esperti e le sottoponga a dibattito pubblico.

Ads

Infatti – si legge in un comunicato – due impianti alternativi sono stati appena finanziati dall’Unione Europea e dalla Regione Lazio per trattare complessivamente 450,ila tonnellate di indifferenziato in maniera sostenibile. Il piano rifiuti appena adottato da Gualtieri, non tenendo conto di questa impiantistica, si può considerare da rifare, a ulteriore dimostrazione dei limiti dei poteri commissariali trasferiti dal precedente governo e non rivisti dall’attuale”.

Redazione

Previous articleRoma: Gualtieri incontra il Sindaco di Tiblisi
Next articleGarbatella: in arrivo il restyling di Piazza Bartolomeo Romano