Home Municipi Municipio IX

Spinaceto: nuove funzioni per Largo Cannella

L’intervento da 1,5 milioni fa parte del programma "15 progetti 15 Municipi per la Città dei 15 minuti"

Tratto da Urlo n.224 giugno 2024

SPINACETO – La Giunta capitolina ha fatto un nuovo passo avanti nel programma “15 progetti 15 Municipi per la Città dei 15 minuti”. Si tratta dell’approvazione del Piano di Fattibilità Tecnico Economica del Masterplan per la riqualificazione di Largo Nicolò Cannella, a Spinaceto, nel Municipio IX. “Con questa delibera il numero totale dei PFTE approvati sale a 9 su un totale di 15”, ha commentato in una nota l’Assessore capitolino all’Urbanistica, Maurizio Veloccia.

Ads

IL MASTERPLAN

Ma di cosa parliamo quando ci riferiamo al Masterplan di Spinaceto? E cosa è stato effettivamente approvato dalla Giunta? Meglio fare chiarezza. Il Masterplan è un vero e proprio documento programmatico per le progettazioni future delle opere della zona, che riguarda l’idea generale dell’Amministrazione per il quadrante di Spinaceto. All’interno del progetto della “Città dei 15 minuti” sono stati redatti Masterplan per ogni Municipio e un’opera contenuta al loro interno è stata avviata alla progettazione e finanziata (1,5 milioni). Nel caso del Masterplan di Spinaceto si è individuata come prioritaria la riqualificazione dell’area di Largo Cannella, così da restituire alla cittadinanza un polo rinnovato e ampliato nelle sue funzioni. E il resto delle opere? Sono interventi importanti, spiega il Consigliere municipale del Pd, Manuel Gagliardi, “delle quali in futuro si occuperà il Municipio, che a questo punto dovrà trovare finanziamenti, attuare la sola progettazione definitiva e vigilare sull’esecuzione delle opere”. Per Spinaceto il Masterplan prevede nello specifico l’identificazione come “cerniera tra i parchi e le riserve del litorale e la città compatta, con l’esigenza di valorizzare gli aspetti ambientali, puntando soprattutto sul parco Campagna e considerando l’importanza di integrare la rete ecologica con il costruito, contrastare i cambiamenti climatici e lavorare sul ciclo dell’acqua e dei rifiuti”. La progettualità guarda poi alla mobilità sostenibile, “da incentivare proponendo percorsi ciclopedonali, interventi di traffic-calming e aumentando la sicurezza dei percorsi”. Per poi concentrarsi su “i servizi alla cittadinanza, la loro fruibilità e riconoscibilità”.

I NUMERI DEL PROGETTO

Ma tornando a Largo Cannella l’area in questione conta circa 11.000mq complessivi, in un luogo importante per il quadrante. L’obiettivo dichiarato dal Campidoglio è quello di creare uno spazio pubblico unitario a più livelli dove aggregare nuove funzioni. L’importo complessivo di investimento che è stato previsto dal Comune è pari a 1 milione e 500mila euro, di cui 1 milione per i lavori e 500mila euro di somme a disposizione necessarie, così come previsto nel nuovo codice degli appalti, per gli interventi accessori al progetto non direttamente inclusi nell’appalto. “Il progetto per la riqualificazione di questo complesso nasce da una grande partecipazione del territorio: è stato, infatti, condiviso con il Municipio, presentato e discusso con i cittadini e i comitati di quartiere – ha aggiunto l’Assessore Veloccia – La richiesta era non solo di intervenire sull’edificio ma ampliare la gamma dei servizi offerti, anche attraverso il ripensamento delle funzioni, a partire da quelle di pubblica utilità, di supporto sociosanitario, di individuazione di luoghi per lo studio, per la formazione”.

GLI INTERVENTI IN PROGRAMMA

L’edificio, che oggi ospita il Circolo Bocciofilo, il Centro Sociale, la Protezione Civile con un presidio, una Farmacia, un Bar, lo sportello anagrafico municipale, un CAF e una serie di locali chiusi e completamente abbandonati al degrado, verrà riconfigurato senza modifiche sostanziali, con un intervento di rigenerazione urbana. Nell’area circostante, spiegano dal Campidoglio, sarà realizzata la riqualificazione dei marciapiedi e delle connessioni tra l’isolato, il contesto urbano e il parco Campagna; la riconnessione dello spazio pubblico attraverso un intervento di “urbanismo tattico”, con l’uso di colori che accompagneranno l’utente indirizzandolo verso i diversi spazi; l’ampliamento degli spazi verdi; l’aumento della superficie di suolo permeabile e di quella destinata a prato, con l’introduzione di nuove specie vegetali. “Si tratta di un recupero edilizio – spiega Gagliardi – Ma le decisioni importanti che si prenderanno con partecipazione dei cittadini sono sulle funzioni. Saranno tutelate le realtà che già sono inserite all’interno, ma si punta ad inserire nuovi servizi”. Tra le proposte infatti, aggiunge il consigliere, c’è anche la creazione di tre playground polifunzionali sul tetto della struttura.

L’INCONTRO CON I CITTADINI

Il 27 maggio scorso il progetto di Largo Cannella è stato anche presentato ai cittadini, con la Presidente del Municipio IX, Titti di Salvo, che ha ospitato nella Sala Consiliare in Largo Peter Benenson un incontro aperto alla cittadinanza. Questo appuntamento, ha spiegato al nostro giornale il consigliere Gagliardi, “ha rappresentato la prima tappa della partecipazione dei cittadini a questo progetto. Si tratta di un’idea da cui partire e da ampliare con i soggetti interessati, come il Comitato di Quartiere, le associazioni e i cittadini della zona. Con la Commissione Urbanistica poi – aggiunge – si stabiliranno i prossimi passaggi”. Le tempistiche, così come ricordato da Gagliardi, sono chiare: “La realizzazione deve essere conclusa entro il 2025, quindi i lavori potranno prendere il via una volta conclusa la procedura di bando e superati i possibili ricorsi”.

Leonardo Mancini