Home Municipi Municipio IX

Torrino Mezzocammino: la fermata della Roma-Lido tra le opere per il Giubileo

Dopo tanti annunci sembra concretizzarsi uno dei progetti più attesi di Roma Sud

Tratto da Urlo n.208 gennaio 2023

MEZZOCAMMINO – Comincia a prendere forma la realizzazione della più volte ribattezzata stazione fantasma di Torrino Mezzocammino. Come Urlo ha in varie occasioni documentato, si tratta di un quadrante densamente popolato, più di 50mila persone se si considerano Tor de’ Cenci, Spinaceto, Villaggio Azzurro e lo stesso Torrino Mezzocammino. Gli abitanti della zona, stanchi di poter contare solo sulle linee di trasporto pubblico su gomma, hanno continuato negli anni a rivendicare l’esigenza della preziosa infrastruttura, soprattutto dopo che era stata messa da parte l’ipotesi del filobus Eur-Tor de’ Cenci (perché inadatto allo scopo).

Ads

IN ATTESA DEL PARERE DEL GOVERNO

L’assessora ai Lavori Pubblici, Mobilità e Scuola del IX Municipio, Paola Angelucci, ha specificato che “la nuova fermata rientra nel secondo stralcio delle opere per il Giubileo (la tranche ammonta a 330 milioni di euro). Nel primo stralcio ci sono gli interventi considerati indispensabili e che hanno la priorità assoluta (messa in sicurezza delle infrastrutture delle zone giubilari). Siamo in attesa del parere del Governo sulla realizzazione della fermata e siamo fiduciosi che arriverà a breve termine perché Torrino Mezzocammino, pur classificata tra le opere secondarie, è comunque molto importante per contribuire a snellire il traffico lungo un asse di grande importanza, servito dalla ex Roma-Lido (rinominata Metromare) che è passata sotto la competenza della Regione Lazio, dopo che Astral (Agenzia Strade Lazio) per la gestione dell’infrastruttura e Cotral per la gestione dei treni sono subentrate ad Atac”.

I FONDI DEL 2015

La capogruppo della Lista Raggi del IX Municipio, Carla Canale (membro della Commissione Mobilità ed LLPP), ha ripercorso gli ultimi anni della vicenda. “A luglio 2022 sembra aver preso avvio il progetto Metromare con la cantierizzazione delle stazioni Roma-Lido da parte di Cotral (responsabile manutenzione treni). Cotral ha sottoscritto un contratto di esercizio che prevede un aumento del 12% del servizio nel corso del 2023. Con la cessione del ramo d’azienda da Atac a Cotral entro il 2024 dovrebbero arrivare 14/16 nuovi treni. Astral ha comunicato di voler attuare un Accordo quadro che riguarda il rifacimento di tutte le stazioni: dall’1 settembre 2022 ha avviato il rifacimento totale della stazione di Castel Fusano e della stazione Acilia/Tor Di Valle”, ha spiegato Canale. La linea Roma-Lido è infatti una linea di interesse nazionale ed è passata ad Astral per questo motivo perché deve essere gestita dalla Regione. “Sono arrivati 500 milioni di euro dal Governo già nel 2015 – ha proseguito Canale – ma solo recentemente la Regione si è decisa a fare questi passi ed a far partire i lavori per la linea ferroviaria, con gravi sofferenze da parte dei cittadini, per i quali attualmente i tempi di attesa sono di 35/40 minuti. Nella commissione capitolina dello scorso 15 luglio è stato definito che la fermata non sarà a via Trafusa, per ragioni tecniche, ma verrà creata tra Torrino/Mezzocammino e Spinaceto/Tor de’ Cenci su via di Mezzocammino, in corrispondenza dell’attuale area di autodemolizione. Questa soluzione richiede ovviamente una modifica stradale, in modo da poter giungere alla nuova fermata accedendo da largo Mario Uggeri”.

DAI CITTADINI

Anche il Presidente del Comitato di Quartiere Tor de’ Cenci-Spinaceto, Guido Basso, plaude all’iniziativa: “Siamo contenti che sia stata messa da parte l’iniziale proposta del Consorzio Torrino-Mezzocammino, che mirava a realizzare la stazione vicino a via di Trafusa – ha detto il Presidente – e abbiamo fatto bene ad insistere per farla prevedere alla fine di via di Mezzocammino, così i cittadini avranno un miglior servizio visto che, includendo nel quadrante anche Casal Brunori e Mostacciano, si arriva intorno ai 70 mila potenziali utenti. Ci auguriamo che venga esaudita anche la nostra richiesta di raddoppiare via di Mezzocammino fino a Tre Pini e Spinaceto”, ha concluso Basso.

Andrea Ugolini  

Previous articleA scuola con l’intelligenza artificiale
Next articleBlur – Blur