Home Municipi Municipio IX

Via Bonn: la riapertura slitta di un mese, fine lavori prevista per maggio

Gli interventi sulla strada chiusa dal 2017 dovevano terminare ad aprile, ma la presenza di una falda acquifera farà slittare di un mese la riapertura

TORRINO – Slitta la conclusione dei lavori per la riapertura di via Bonn al Torrino. Si tratta di una strada che risulta chiusa al transito dal 2017 a causa di problemi legati al dissesto idrogeologico. Purtroppo nonostante le tantissime richieste dei cittadini, in questi anni ben poco si era riusciti a fare per la riapertura della strada. Nel gennaio del 2021 l’allora Assessora capitolina ai Lavori Pubblici, Linda Meleo, annunciava la conclusione della gara per assegnare i lavori. In quel momento, spiegava l’assessora, si era nella fase di verifica delle offerte (ricevute entro il 18 gennaio) per poi far partire gli interventi a maggio 2021. Alcuni ritardi hanno portato l’avvio delle analisi ( di SIMU e ACEA) nel mese di luglio. In quel momento era la prima cittadina, Virginia Raggi, a parlare del progetto finanziato con 500mila euro per il consolidamento stradale con dei micropali sostegno del versante della collinetta di via Bonn.

Ads

LA RIPRESA DEI LAVORI

Lo scorso mese dal Municipio IX si era però parlato di una ripresa dei lavori che si sarebbero dovuti conclude a primavera inoltrata, presumibilmente ad aprile prossimo. l’Assessora ai Lavori Pubblici municipale, Paola Angelucci, aveva spiegato al nostro giornale che gli interventi si erano interrotti per permettere lo spostamento di due linee di media tensione di Areti, che con l’occasione ha anche rimodernato la linea elettrica. Purtroppo anche in questo caso non sembra si sia riusciti a procedere speditamente, tanto che la consigliera municipale della Civica Virginia Raggi, Carla Canale, nei giorni scorsi aveva sottolineato l’immobilismo del cantiere: “Nonostante i toni trionfalistici della maggioranza del PD municipale circa la ripresa dei lavori, con annunci di chiusura cantiere al 3 aprile siamo punto e a capo, il cantiere è fermo”.

LO SLITTAMENTO A MAGGIO 2022

La comunicazione dello slittamento dei lavori è arrivata dal Presidente della commissione municipale Mobilità, Giulio Corrente, dopo la seduta del 16 marzo scorso. L’impegno con i Cittadini era quello di monitorare il rispetto della tempistica di intervento prospettata dagli uffici capitolini che avevano indicato il termine lavori per i primi di aprile 2022. Nell’ultima Commissione è emerso che i lavori purtroppo si sono interrotti il 17 febbraio a causa della presenza di una falda acquifera sottostante la collina, già rilevata in fase di sondaggio ma di maggiore entità rispetto alla prima valutazione, che necessita di un intervento di consolidamento, di importanza superiore, non previsto dall’appalto in essere e pertanto si è dovuti ricorrere ad un’integrazione economica, peraltro già approvata”. A quanto si apprende dalla commissione “l’importo, indicato in circa 25.000,00 euro, seppur di entità non considerevole, necessita però di alcuni passaggi formali e burocratici in fase di definizione senza i quali non è possibile proseguire nella lavorazione. Chiaramente – conclude Corrente – il termine di lavori dovrà tenere conto di quest’interruzione che, al momento, ha posticipato di circa un mese la data inizialmente indicata”. Appuntamento quindi a maggio per la riapertura della strada, sempre che tutto proceda spedito.

LeMa

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 8.340 i nuovi casi
Next articleFormula E all’EUR: tutte le modifiche alla viabilità e trasporto pubblico