Home Municipi Municipio IX

Vigna Murata: ancora incidenti, è ora di agire

Prosegue la lunga scia di incidenti sull’arteria al confine tra i Municipi VIII e IX

Tratto da Urlo n.195 novembre 2021

VIGNA MURATA – Sulla strada che nel 2020 si classificò al 12° posto tra le più pericolose della Capitale, il 25 ottobre scorso si sono registrati ben due incidenti gravi: il primo attorno alle 15.00 tra un’auto e una moto, con il centauro trasportato in ospedale in codice rosso, mentre il secondo (poco dopo le 18.00) ha visto addirittura il ribaltamento di una macchina. Ma la lista dei sinistri registrati su questa strada solo negli ultimi anni è ben più lunga. Sono i cittadini dei quartieri limitrofi a tenere il conto e la memoria degli incidenti, spesso mortali. Il 27 novembre 2019 era stata investita una ragazza di 17 anni mentre attraversava vicino alla Stazione Laurentina. Il 4 febbraio del 2015 un uomo di 43 anni veniva ucciso sulle strisce all’altezza di via della Fonte Meravigliosa. Dopo pochi mesi un 23enne si schiantava contro un albero in corrispondenza di via Stefano Gradi. Nel febbraio 2020 (pochi giorni prima della pubblicazione della classifica sulle strade più pericolose) una ragazza di appena 14 anni veniva investita sul marciapiede e trasportata in codice rosso all’Ospedale. Infine il 19 maggio scorso si è registrato l’ennesimo incidente mortale: a perdere la vita è stato un ragazzo di 34 anni finito contro un albero in corrispondenza dell’incrocio con via Spiro Valles.

Ads

CARREGGIATE LARGHE E VELOCITÀ

Sembra unanime la convinzione che tra i problemi di quest’arteria ci sia la velocità con cui viene percorsa: “Le carreggiate larghe e il lungo rettilineo purtroppo spingono gli automobilisti ad accelerare – afferma il consigliere municipale di Fdi, Gino Alleori – quello di cui c’è bisogno sono controlli serrati per evitare nuovi incidenti”. Da tempo la Consigliera del M5S, Carla Canale (già Presidente del CdQ Vigna Murata), mantiene alta l’attenzione sulla pericolosità di questa strada: “Per anni il CdQ locale ha richiesto interventi che purtroppo non hanno risolto in pieno la problematica. Occorre assolutamente un maggiore controllo della velocità, nonché la messa in sicurezza del tratto di marciapiedi tra via Gradi e via Ardeatina, al fine di garantire l’incolumità delle persone, e la realizzazione della rete ciclabile di collegamento tra Ardeatina e Laurentina prevista nel PUMS”. “Di Vigna Murata e della sua pericolosità si parla almeno da 15 anni”, esordisce il consigliere Fdi Massimiliano De Juliis: “Deve aumentare la presenza dei Vigili, anche con gli autovelox come deterrente. Servirà lavorare per migliorare la sicurezza della strada, magari con dei semafori intelligenti, oppure con gli indicatori di velocità o con i dissuasori. L’obiettivo deve essere quello di limitare la velocità”.

CANTIERI E DEVIAZIONI

Ma non c’è soltanto l’alta velocità a creare problemi sull’arteria. Infatti negli ultimi mesi sono sorti alcuni cantieri per rivedere la mobilità dell’area in vista della realizzazione di un progetto urbanistico in corrispondenza di via di Grotte d’Arcaccio. “Vanno completati i lavori delle rotonde in corso da mesi, le cui deviazioni hanno reso ancora più pericolosa la strada a chi non è un abitudinario della percorrenza”, ha sottolineato Carla Canale. Il Consigliere del Pd, Manuel Gagliardi, punta invece ad analizzare quanto fatto nella passata consiliatura: “Nei prossimi mesi potremo mettere le mani sulle carte e capire cosa è stato fatto fino ad ora, dato che come opposizione per noi è stato quasi impossibile ottenere informazioni dalla maggioranza – spiega Gagliardi – Ovvio che fino a quando ci sono cantieri quello che possiamo chiedere sono dissuasori di velocità e più controlli da parte della Polizia Locale. Bisogna capire quanto manca alla conclusione dei lavori e vedere quale sarà il risultato”.

Leonardo Mancini

Previous articleFlop- Salmo
Next articleCorviale: l’istituto scolastico Mazzacurati resta chiuso