Home Municipi Municipio IX

Vigna Murata: sulla pericolosità della strada si aspetta il parere di due Municipi

Una doppia Mozione in Municipio VIII e in Municipio IX riaccende l’attenzione sulla pericolosità di questa arteria

VIGNA MURATA – Ancora una volta aggiungiamo un nuovo incidente alla lunga lista di sinistri, spesso mortali, avvenuti su via di Vigna Murata negli ultimi anni. Una strada che nel febbraio del 2020 venne inserita in una lista delle 20 arterie più pericolose della Capitale. Allora Vigna Murata ottenne addirittura il 12° posto, superata da strade come la Cassia, la Nomentana o la Braccianense. Il 7 dicembre scorso un nuovo incidente, che ha coinvolto dei pedoni all’altezza dell’incrocio via Spiro Valles in direzione Tor Carbone.

LE RICHIESTE DI SICUREZZA

Nelle scorse settimane la pericolosità di questa arteria era tornata all’attenzione delle istituzioni grazie ad una Mozione presentata in Municipio IX dalla consigliera Carla Canale della Lista Civica Virginia Raggi. “Con questa mozione raccogliamo le richieste della cittadinanza e chiediamo la messa in sicurezza della strada per la salvaguardia ed incolumità cittadina, chiedendo l’istallazione di autovelox fissi, il rifacimento del marciapiede notevolmente dissestato nella tratta tra Via Gradi e l’incrocio con la via Ardeatina/Tor Carbone/Cecchignola, e da ultimo la realizzazione della pista ciclabile che colleghi l’Ardeatina alla Laurentina presente nel piano della ciclabilità del Municipio IX  e nel PUMS. Pista ciclabile che garantirebbe agli studenti di quei plessi in un modo ecologico sicuro e sostenibile per recarsi a scuola”.

Ads

I COSTI SOCIALI

La Consigliera Canale nella sua Mozione parla anche dei costi sociali connessi alla pericolosità di questa strada che negli ultimi 10 anni conterebbe oltre 500 incidenti, “con dei costi sociali notevoli per la collettività circa 28 milioni di euro per non parlare delle vite umane spezzate”. I rischi infatti, su una strada dove la velocità sembra essere tra le prime cause di incidente, sono soprattutto per i cittadini dei quartieri limitrofi, oltre che per gli studenti che frequentano i vicini licei e istituti tecnici.

UN PROBLEMA CONDIVISO

Questa strada segna inoltre il confine tra il Municipio IX e il Municipio VIII, dividendo tra le due istituzioni anche le competenze. È per questo che una mozione analoga a quella della Consigliera Canale è stata presentate anche in via Benedetto Croce dal M5s. È il Capogruppo, Marco Merafina, a spiegare i motivi di questa decisione: “Abbiamo presentato il provvedimento per sottolineare pericolosità di questa strada. Solo un paio di giorni fa c’è stato l’ennesimo incidente con feriti, mentre nel corso degli anni abbiamo dovuto contare anche diversi sinistri mortali. In più su quella strada ci sono i lavori fermi a metà per il programma urbanistico Vigna Murata, che formano delle curve pericolose e cieche con un grande aumento della probabilità di avere incidenti”. Anche in Municipio VIII arrivano quindi le richieste di maggiore sicurezza: “Abbiamo chiesto di provvedere con degli autovelox o con qualsiasi intervento gli uffici tecnici riterranno utile – seguita Merafina – Abbiamo deciso di farlo assieme al Municipio IX perché è chiaramente interesse comune”. Un documento, precisa Merafina, che “non va contro le rispettive maggioranze, ma vuole sensibilizzare i Consigli municipali su una problematica che aspetta una soluzione da troppo tempo”.

Leonardo Mancini

Previous articleMaltempo: precipitazioni e temporali in arrivi da domani e 24 ore
Next articleLaurentina: riapre il ponticello ciclo-pedonale