Home Municipi Municipio VIII

A Garbatella, l’Atmos apre uno spazio di ascolto e sostegno

Un’iniziativa indirizzata soprattutto ai ragazzi particolarmente provati dagli eventi degli ultimi anni

GARBATELLA – Nel cuore dei lotti della Garbatella e precisamente in via Ansaldo, da 25 anni varcando la porta dell’associazione Atmos si può trovare ascolto, sostegno, attività artistiche, laboratori per conoscersi un po’ meglio, grazie a un gruppo di professionisti counsellors, arte-terapeuti, psicoterapeuti e educatori (tutti i lunedì dalle 16.00 alle 19.00.

LO SPORTELLO DI ASCOLTO

L’iniziativa prenderà il via il 12 maggio prossimo con una presentazione del servizio a partire dalle ore 19.00. Adesso che ognuno di noi è chiamato ad affrontare le difficoltà dei tempi che stiamo vivendo, quella porta si aprirà ancora di più al quartiere e a chiunque voglia bussarvi offrendo un servizio interamente gratuito di sportello di ascolto e di gruppo di supporto. Inoltre, con una particolare attenzione rivolta ai giovani, viene proposto un ciclo di incontri a tema dove insieme mettere a fuoco le proprie esperienze attorno a nodi esistenziali quali ad esempio la paura del futuro, la ricerca di autonomia, il rapporto con gli altri. È sotto gli occhi di tutti quanto l’onda lunga dell’epidemia stia generando effetti sempre più diffusi e gravi sulla salute mentale di tutti quanti. La vita così come eravamo abituati a condurla ha subìto un tale sconvolgimento da costringerci a cercare in noi risorse nuove e nuovi modi di muoverci nel mondo. È una grande sfida che richiede un percorso di trasformazione esistenziale attraverso un confronto serrato con l’incertezza che sembra avere avvolto tutte le dimensioni della vita. A partire da quella giovanile, quella fase di piena scoperta di sé e del mondo, che l’epidemia ha stravolto in modo ancor più radicale privando le ragazze e i ragazzi della normalità stessa con cui potersi misurare e andare contro, dello spazio di autonomia dalla famiglia in cui muoversi per esplorare fuori e dentro di sé, della socialità con i propri pari da cui trarre coraggio e protezione, dell’orizzonte aperto in cui sprigionare il potere dell’immaginazione e guardare avanti.

Ads

UNA EMERGENZA PROFONDA

Questo ripiegamento del mondo e relativo silenziamento della sua varietà, questo appiattimento dei discorsi su un unico tema, lo sfiancamento degli adulti stretti dalle molte difficoltà che l’epidemia sta portando, tutto questo concorre a una sofferenza manifesta della fascia giovane della popolazione così come rilevato a più riprese dalle varie indagini condotte e dai ripetuti segnali di allarme lanciati da più parti. Alla luce di questa che è una vera e propria emergenza, seppur più sommersa ma con effetti profondi che segnano un’intera generazione, l’Atmos ha deciso di mettere le proprie competenze a disposizione di chiunque senta il bisogno di un sostegno, continuativo o momentaneo, un appoggio, uno spazio per condividere le proprie difficoltà, cambiamenti, disagi, dubbi e indecisioni nella ferma convinzione che per risollevarsi bisogna essere insieme a farlo. E che la rabbia e la tristezza che in questo periodo avvolgono tanti di noi vadano prima di tutto accolte e ascoltate per poi poterle trasformare in ciò che ci serve per andare oltre nella vita che continua e ci aspetta.

Red

Previous articleTornano i roghi di cassonetti a Monteverde
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 1.927 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore