Home Municipi Municipio VIII

Al Liceo Socrate prosegue l’esperienza della Didattica Alternativa

Due giorni di incontri, corsi e dibattiti su molti temi di attualità e interesse generale, con ospiti di rilievo e la massima partecipazione di studenti e docenti

SHARE
L'interno liceo classico Socrate, incendiato da alcuni alunni nel luglio scorso e bersagliato da scritte omofobe nei mesi precedenti. Il piano della scuola che era andato distrutto nel rogo é stato ricostruito e l'11 settembre riprenderanno regolarmente le lezioni, Roma, 2 settembre 2013. ANSA/LUCA LAVIOLA

GARBATELLA – Sono partite ieri le due giornate di Didattica alternativa all’interno del Liceo Classico e Scientifico Socrate nel quartiere dalla Garbatella. In programma una due giorni di seminari, corsi e laboratori che animeranno le aule e gli spazi dell’istituto

LA DIDATTICA ALTERNATIVA – A raccontare la prima giornata gli stessi ragazzi che hanno organizzato il fitto calendario di incontri e corsi in collaborazione con i docenti e i genitori: “Oggi si è svolta la prima giornata, un’opportunità per approfondire tematiche di stretta attualità, come il dramma dell’immigrazione, la parità di genere, i cambiamenti climatici e l’emergere dei neofascismi, ma anche l’occasione per avere uno sguardo approfondito sulle materie che caratterizzano la nostra scuola come la cultura classica greco-latina, fino ai laboratori di crittografia e programmazione informatica”. Nella scuola si è dibattuto di Parità di genere, DDL Pillon, delle regole del debate (gare di dibattito), si sono svolti seminari su Fabrizio De André, orientamenti universitari a cura di ex studentesse e studenti, corsi di programmazione 3D, corsi di fotografia, gruppo rock, Sessioni live di Radio Socrate, dibattiti interreligiosi e diversi cineforum con momenti di discussione.

GLI INCONTRI – Molti sono gli ospiti che daranno un contributo importante e significativo, a queste due giornate di Didattica Alternativa. Tra questi ci saranno il partigiano Gastone Malaguti, l’associazione Be Free, la consigliera regionale Marta Bonafoni, il regista Daniele Vicari, il rapper Militant A degli Assalti Frontali, i Volontari di Croce Rossa Italiana, l’ANPI, il giornalista Luca Cifoni del Messaggero, il giornalista Luca Valdiserri, Volontari del centro “Baobab”, l’associazione “Civico Zero” con la dott.ssa Francesca Stilla, la dott.ssa Vizzari, Paolo Masini, i proff. Albarello e Di Paolo, il professor Biasco, ordinario di Matematica all’Università Roma Tre e tanti altri. “Siamo già pronti per il secondo di questi due giorni intensi – seguitano i ragazzi del Socrate – ognuno potrà partecipare attivamente proponendo una tematica che desidera condividere con gli altri, in pieno spirito di collaborazione tra docenti e studenti, che insieme creano cultura e la diffondono, sognando un mondo diverso”.

ORGANIZZAZIONE INNOVATIVA – C’è da sottolineare in particolare il metodo organizzativo utilizzato perla preparazione di queste due giornate. Gli studenti hanno potuto segnalare le loro preferenze per le attività una settimana prima dell’inizio della didattica alternativa. È stato aperto un modulo online dove ogni studente poteva scegliere l’incontro che preferiva, “in questo modo – spiegano gli organizzatori – oltre a garantire una maggiore sicurezza, abbiamo dato la possibilità a tutti i ragazzi di scegliere bene e informarsi prima dell’argomento della lezione, il metodo è ancora da affinare e non si è potuto garantire a tutti gli studenti di svolgere l’attività indicata, nonostante abbiano comunque potuto partecipare ad altre attività in corso”.

UN BILANCIO POSITIVO – Positivo anche il bilancio della rappresentanza di genitori e dell’assessorato municipale alla Scuola. “A posteriori – spiega il consulente Scuole e Genitorialità del Municipio VIII, Fabio Giardinetti – docenti, studenti, personale e famiglie sono molto soddisfatti di quest’iniziativa che vede la partecipazione di un Socrate unito nella sua veste migliore, quella di una Scuola plurale, attenta alle tematiche di attualità nonché all’approfondimento delle nostre radici culturali”. Mentre l’assessora Francesca Vetrugno ha dichiarato che: “L’assessorato alla scuola sostiene e promuove le azioni di co progettazioni degli studenti infatti siamo soddisfatti che il primo esperimento di progettazione sinergica tra scuola e assessorato abbia prodotto il finanziamento del progetto “Get up and care” grazie al quale i ragazzi rivolgeranno la loro progettazione anche alla cura del bene comune”.

Red


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353