Home Rubriche Go Green

Il CdQ Montagnola chiede chiarimenti sui materiali accumulati nel deposito Ama

Nell’area, al centro del dibattito sui centri di raccolta in Municipio VIII, da tempo vengono segnalati accumuli di materiali di scarto. Il CdQ Montagnola: “Abbiamo chiesto conto della cosa direttamente al Municipio VIII, perché si interessi vicenda”

SHARE

MONTAGNOLA – Il Comitato di Quartiere Montagnola torna a puntare l’attenzione sullo stato in cui versa il Deposito Ama di via Spedalieri, una situazione già denunciata dai lettori dalle pagine del nostro giornale. L’area è stata indicata dal Municipio VIII come uno delle papabili per l’aperura di un Centro di Raccolta di Ama, da contrapporre al sito scelto dal Campidoglio a via Malfante in zona Navigatori.

COSA SONO QUEI RIFIUTI?

All’interno dell’area di via Spedalieri, più precisamente a ridosso dei cancelli che affacciano su via Acri, sono da tempo ammassati diversi materiali di scarto, dei quali non si comprende l’utilità e la provenienza. “Abbiamo chiesto conto della cosa direttamente al Municipio VIII, perché si interessi vicenda”, spiegano dal CdQ Montagnola.

LA RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Nella richiesta inviata dai cittadini al Municipio VIII si chiede direttamente conto di questi materiali accumulati: “Poiché ci risulta – scrivono i cittadini – che in quell’area sia vietata la collocazione, anche temporanea, di materiali di scarto, chiediamo un vostro rapido intervento per verificare la situazione ed eventualmente chiedere ad AMA una rapida rimessa a norma”.

LeMa