Home Municipi Municipio VIII

Dal Municipio VIII a Riace: lo striscione contro la Lega accende la polemica

In una diretta Facebook il 1 maggio l’ex Sindaco Lucano mostra uno striscione che accomunale il carroccio e il Covid19

SHARE

MUNICIPIO VIII – In una diretta su Facebook della piattaforma ‘Liberare Roma’ in occasione delle celebrazioni del 1 maggio, l’ex Sindaco di Riace, Mimmo Lucano, ha mostrato al presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri uno striscione che accomuna la Lega, al razzismo e al Covid19.

Non sono mancate le reazioni, soprattutto sul territorio del Municipio VIII dove il consigliere del carroccio, Simone Foglio, ha diramato una lettera aperta indirizzata al minisindaco Ciaccheri al quale viene chiesto di dissociarsi dalle affermazioni di Mimmo Lucano.

Questo il testo della lettera inviata dal consigliere Foglio:

Caro Presidente,
nella giornata di ieri 1 maggio è stata proposta sui social una diretta tra lei e l’ex Sindaco di Riace Mimmo Lucano. Alcune persone mi hanno segnalato, indignate, che all’inizio della diretta il sig Lucano ha mostrato vantandosene uno striscione in cui era scritto che la Lega e il Covid-19 sono facce della stessa medaglia. Tale segnalazione purtroppo ho potuto constatarla personalmente.
Naturalmente lei può interagire con chi meglio crede, così deve essere in democrazia e noi siamo sempre in prima linea nella difesa della libertà personale e di espressione.
Non possiamo tuttavia accettare, né tollerare un accostamento di tale cattivo gusto in un momento così drammatico per il nostro Paese. È stato proprio il momento di emergenza causato da questo virus maledetto, che ci ha portato ad accogliere il suo invito a collaborare, seppur forza di opposizione, a “municipio solidale” la piattaforma a cui con impegno ed umiltà stiamo dando il nostro apporto. Vedere accostato il nome di questo virus, che tanti morti, sofferenza e disperazione ha provocato e sta provocando, ad una forza politica avversaria mi è sembrato francamente un atteggiamento sbagliato e politicamente squalificante. Lo scontro politico anche aspro è il sale della democrazia; voler però accostare in questo momento una forza politica non gradita con un virus che sta causando oltre all’emergenza sanitaria anche una profonda crisi economica e sociale per attività commerciali, artigiani e famiglie in generale, la considero un’azione vigliacca e da condannare.
La invito pertanto a dissociarsi pubblicamente dalle dichiarazioni del sig. Lucano.
Questo al fine di poter continuare a collaborare proficuamente, tra forze politiche avversarie, ma con lo stesso unico obiettivo di aiutare la nostra comunità territoriale in un momento di difficoltà senza precedenti.

Red