Home Notizie Cronaca Roma

Fosse Ardeatine: nemmeno la pandemia ferma la memoria

Il 24 marzo si celebra il 77° anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine. Per l’occasione il Municipio VIII ha avviato un gemellaggio con il Comune di Marzabotto

SHARE

ARDEATINO – Il 24 marzo del 1944 i nazifascisti compirono una delle stragi più atroci e conosciute della seconda guerra mondiale. Infatti in quella data l’esercito nazista, che dal settembre ’43 occupava l’intera città al comando del tenente colonnello Herbert Kappler, per ordine del capitano delle SS Erich Priebke, uccise 335 uomini all’interno delle Cave Ardeatine, per poi farle detonare al fine di impedire il ritrovamento e il riconoscimento dei corpi martoriati. Anche adesso a 77 anni da quell’eccidio, a Roma e in Municipio VIII è fortissimo il ricordo di quei fatti. Nella giornata di domani infatti, come ogni anno, si svolgeranno le celebrazioni in memoria dei caduti delle Fosse Ardeatine.

LE CELEBRAZIONI

Nemmeno la pandemia ferma la memoria e la voglia di tanti uomini e donne di portare un fiore al sacrario delle Fosse Ardeatine. Lo scorso anno le uniche celebrazioni che si poterono realizzare furono private e videro la partecipazione di tantissimi cittadini che, alle 18.00 del 24 marzo, hanno acceso una candela intonando le note di Bella Ciao. Quest’anno non sarà ancora possibile ripristinare la tradizione del lungo corteo  in direzione del Mausoleo, che sarà invece visitato dalle sole istituzioni . Alle ore 13.00 il Presidente del Municipio Roma VIII, Amedeo Ciaccheri, la Sindaca di Marzabotto, Valentina Cuppi, il Sindaco di Genzano, Carlo Zoccolotti, la Giunta Municipale, la Presidente del Consiglio e i Capigruppo consiliari, il Presidente dell’ANPI, Gianfranco Pagliarulo, le strette rappresentanze di ANPI Lazio e Provincia di Roma e dell’Associazioni ANFIM e Casa della Memoria, porteranno una corona di fiori all’esterno del Mausoleo.

Successivamente alle ore 16.45 a Parco Pisino, in via Pellegrino Mattuecci, sarà deposta una corona alla memoria di Antonio Pisino, una delle vittime delle Fosse Ardeatine.

Alle ore 17.00 in Piazza Bartolomeo Romano, si svolgerà una commemorazione alla memoria di Enrico Mancini, altra vittima delle Fosse Ardeatine. In questa occasione verrà anche apposta una targa commemorativa.

Abbiamo ritenuto necessario, in collaborazione con l’ANPI di Roma e l’ANFIM, organizzare una celebrazione simbolica a cui parteciperò assieme al Sindaco di Genzano e alla Sindaca di Marzabotto – ha commentato in una nota il minisindaco del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri – Con Valentina Cuppi, Sindaca di Marzabotto, ci faremo portavoce dell’avvio di un gemellaggio tra le nostre due istituzioni unite nella responsabilità di mantenere viva la memoria di due tragici episodi della seconda guerra mondiale, simboli globali della lotta per la democrazia”.

Red