Home Municipi Municipio VIII

Garbatella: la strada ci racconta… un taxi per salvare la vita

L’iniziativa in piazza Brin per richiamare il binomio arte-sociale in ricordo di Modesta Valenti

GARBATELLA – Sabato 22 maggio nella splendida cornice di Piazza Brin, le associazioni “Artintaxi” di Torino, “Tassiste di Roma”, “TRC – Taxi Roma Capitale” ed “Il Viandante”, nate da tassiste e tassisti, hanno proposto un evento a carattere artistico, culturale e sociale. Dopo l’inaugurazione della “panchina Giallo Taxi” a S.Paolo in Piazzale Leonardo Da Vinci, in memoria di Modesta Valenti e di Pierre, la riappropriazione degli spazi pubblici come luogo di incontro, confronto e solidarietà prosegue nello storico quartiere di Garbatella.

Ads

L’INIZIATIVA IN PIAZZA BRIN

L’evento, spiegano gli organizzatori, nasce dall’idea di uomini e donne, tassisti per professione ma cittadini attivi all’interno delle proprie comunità, di condividere con altre realtà sociali progetti di collaborazione civica ed artistica, come “La Strada ci Racconta” e TAXICARDIA. In particolare in Piazza Brin, oltre alla presentazione del progetto ‘La Strada ci Racconta’, un’esposizione di lavori realizzati da tassisti pittori, scrittori, scultori e di materiale informativo sulle attività delle associazioni partecipanti; c’è stata anche una dimostrazione pratica dell’uso del defibrillatore portatile, presente su molti dei taxi in servizio nella Capitale.

IN RICORDO DI MODESTA VALENTI

L’occasione di questo incontro rientra nell’ambito più ampio delle celebrazioni per l’anniversario della morte di Modesta Valenti, senza fissa dimora deceduta il 31 gennaio del 1983 nella Stazione Termini dopo che per 4 ore diversi ospedali si rimbalzarono la responsabilità di soccorrerla a causa delle sue condizioni igieniche. “La ricorrenza della morte di Modesta Valenti – spiegano gli organizzatori del progetto – ci ha offerto lo spunto per reinterpretare il nostro “luogo di lavoro”, ossia la strada e gli spazi pubblici, nel significato primario di spazi aperti all’incontro”.

IL BINOMIO ARTE-SOCIALE

Anche il Municipio VIII, già presente all’inaugurazione della panchina gialla nel quartiere di San Paolo, ha partecipato a questo nuovo incontro: “le associazioni hanno raccontato e promosso il binomio arte/sociale anche attraverso un mezzo insolito come il taxi – spiega l’assessora municipale Paola Angelucci – sottolineando come si possano salvare tante vite umane dotando la città, a partire dalle loro auto di servizio, di defibrillatori cardiaci. Lo hanno fatto ricordando la clochard Modesta Valenti, morta perché le è stato rifiutato il soccorso, e come Roma deve avere tra le priorità chi è più svantaggiato chi è lasciato indietro”.

Red

Previous articleMunicipio XI: atti vandalici in un asilo di Piana del Sole
Next articleVaccini in farmacia: superate le 15mila prenotazioni nel Lazio