Home Municipi Municipio VIII

Gli “amici del teatro” impegnati in un’iniziativa di promozione del territorio

Il coinvolgimento di giovani disabili nell’ambito del progetto Comunità Solidali

Gli “Amici del Teatro” dell’associazione “Promozione Persona” di Roma hanno accolto con vivo entusiasmo un’iniziativa di promozione del territorio nell’ambito del Progetto Comunità Solidali. In particolare, l’attività portata avanti dai giovani disabili dell’Associazione romana ha riguardato, da un lato, l’implementazione dell’uso del ditale tra gli over 50, dall’altro, la condivisione di momenti ricreativi tra persone di età diversa, favorendo così lo scambio intergenerazionale. E l’obiettivo sembra essere stato proprio raggiunto!

Ads

In primo luogo, i nostri “Amici” hanno realizzato delle video-pillole nelle quali hanno spiegato ai più saggi le tecniche per l’utilizzo dei principali social network, quali Whatsapp, Zoom e Messenger. Ancora, mediante l’uso dell’app Zappar, hanno sperimentato l’ebbrezza della realtà aumentata, testando i vantaggi che nel quotidiano questo tipo di intelligenza può offrire, sia ai giovani sia agli adulti.

Ma la gran parte dell’impegno dei membri dell’Associazione romana è stato profuso in attività svolte presso il Giardino di Via Cesare, nel quartiere San Paolo, dove sono state realizzate iniziative volte alla pulizia dello spazio verde, al fine di utilizzare lo stesso per la presentazione di laboratori ed incontri che favorissero la conoscenza con gli abitanti del quartiere e sensibilizzassero questi ultimi alla cura e alla salvaguardia del Giardino. Le attività in programma erano state spalmate nell’arco di dieci giornate ma il successo riscosso tra i residenti ha richiesto l’aggiunta di un’ulteriore giornata. All’esito del Progetto, ciò che più rileva è che le attività messe in campo dai membri del gruppo “Amici del Teatro” hanno favorito la conoscenza tra gli abitanti del quartiere, così da creare rapporti di solidarietà e una rete di conoscenza tra persone di età diversa, circostanza – questa – che acquista maggiore valore soprattutto dopo che la pandemia ha limitato queste occasioni assembleari.

L’incontro intergenerazionale ha promosso anche lo scambio di competenze: i giovani, per esempio, hanno aiutato gli anziani a utilizzare la tecnica della realtà aumentata. Ed, infine, la buona riuscita dell’iniziativa ha permesso ai giovani disabili di assumere ruoli di responsabilità, atteso che gli stessi hanno animato – in assoluta autonomia – i momenti ricreativi con gli anziani e i bambini presenti presso il Giardino di Via Cesarea, favorendo così la conoscenza della storia del quartiere.

Il Progetto, finanziato dalla Regione Lazio e portato avanti dagli “Amici del Teatro”, ha visto la collaborazione di altre associazioni del territorio – “Agape” e “Ars in Urbe” – e il patrocinio del Municipio VIII del Comune di Roma, il quale ha anche pubblicizzato le giornate attraverso i propri canali, dimostrando che insieme si può fare e si può fare molto!

Nel ringraziare tutti gli stakeholder che hanno reso possibile la piena realizzazione del progetto, l’associazione “Promozione Persona” e i suoi “Amici del Teatro” auspicano la possibilità di poter ripetere iniziative del genere, così da incoraggiare la costruzione di relazioni sociali, solidali e culturali alla scoperta del territorio che si abita.

Previous articleMunicipio XII, pronto il bando per il centro di accoglienza h24
Next articleSottopassi Colombo: dopo la pulizia tornano i rifiuti