Home Rubriche Go Green

Montagnola: inaugurato il nuovo parco “Binario 9 ¾”

Mentre si aspetta la ripartenza dei lavori per completare l’area verde su viale del Tintoretto

Tratto da Urlo n.200 aprile 2022

MONTAGNOLA – Lo scorso 21 marzo ha finalmente aperto i battenti il nuovo parco, situato tra la sede municipale di via Benedetto Croce 50 e l’Istituto Comprensivo Poggiali-Spizzichino. Si tratta di uno dei due nuovi parchi (l’altro ancora da terminare in viale del Tintoretto) annunciati alcuni mesi fa dell’amministrazione. Questo progetto in particolare (dopo uno stop dovuto a delle difficoltà nei lavori) ha visto il completamento anche grazie al progetto Oasi Urbane di Coop, che da settembre 2021 a oggi ha visto la messa a dimora di 10 mila alberi in dieci capoluoghi italiani, e al sostegno di Unicoop Tirreno. Inoltre l’area rientra in Mosaico Verde, la campagna di forestazione di aree urbane ed extraurbane di AzzeroCO2 e Legambiente.

Ads

IL PARCO BINARIO 9 ¾

Il nome scelto per il parco è “Binario 9 ¾”, come il famoso binario da cui Harry Potter prende l’Hogwarts Express per inseguire i suoi sogni. “Un lavoro di progettazione, realizzazione condotto in questi mesi e accompagnato dal nostro Ufficio Tecnico e da una squadra di lavoro tutta municipale, immaginato dal Municipio VIII per trasformare vuoti urbani, in spazi per la comunità – affermano il Presidente Amedeo Ciaccheri e l’Assessore municipale all’Ambiente Michele Centorrino – Un lavoro di trasformazione e rigenerazione per il nostro territorio, andando incontro ai desideri del quartiere, dei bambini e delle bambine, con aree giochi integrate, percorsi e accessi sicuri e la riforestazione”. Due le specie messe a dimora, autoctone e coerenti con le condizioni climatiche della zona: il Leccio e la Roverella.

IL PARCO DEL TINTORETTO

Purtroppo restano ancora incompiuti i lavori per l’altro parco interamente progettato dal Municipio VIII, quello situato lungo viale del Tintoretto. In quel caso difficoltà con la ditta appaltatrice, che avrebbe dovuto terminare i lavori già mesi fa, hanno portato a ritardi che dall’Assessorato municipale all’Ambiente si sta cercando di sanare. Infatti per la conclusione di questi lavori sarà necessaria una nuova gara di assegnazione, così da permettere ad una nuova ditta di completare gli interventi. Al momento, ci spiegano dal Municipio, è in corso l’iter amministrativo ed è difficile fare una stima della tempistica.

Andrea Calandra

Previous articleLe crisi rallentano i lavori del mercato Macaluso a Marconi
Next articleBobby Hutcherson – San Francisco