Home Municipi Municipio VIII

A Montagnola prosegue la raccolta alimentare e il ‘carrello sospeso’

I volontari del CdQ Montagnola continuano a donare pacchi alimentari a 15 nuclei familiari del territorio, ma hanno bisogno dell’aiuto di tutti

SHARE
montagnola-raccolta-solidale-urloweb

MONTAGNOLA – Durante lo scorso fine settimana i volontari del Comitato di Quartiere Montagnola hanno presidiato molti dei supermercati del quartiere per la raccolta alimentare destinata ai nuclei familiari più in difficoltà. Famiglie che hanno subito fortemente la crisi generata da questi mesi di emergenza sanitaria e che si sono rivolte ai servizi sociali municipali per chiedere un sostegno.

LA RETE DI MUNICIPIO SOLIDALE

Ad oggi il CdQ Montagnola si occupa di organizzare i pacchi alimentari per 15 nuclei familiari del territorio che gli sono stati assegnati dal Municipio VIII nell’ambito della rete di Municipio Solidale. Il CdQ è parte di questa iniziativa fin dai primi giorni, quando venne istituita lo scorso marzo per dare un aiuto concreto alla popolazione in difficoltà. “Circa tre mesi fa è partita la raccolta alimentare – racconta il Presidente del CdQ, Paolo Colombini – Noi ci occupiamo della raccolta e della preparazione dei pacchi, fino alla consegna ai 15 nuclei familiari che ci sono stati assegnati”. Operazioni queste che avvengono all’interno del Centro Sociale Anziani Casale Ceribelli alla Montagnola, ancora chiuso dall’inizio dell’emergenza. “Questo luogo – seguita Colombini – è divenuto il nostro quartier generale. Vorremmo aumentare il numero di aiuti che diamo, ma per il momento non possiamo assicurare continuità su numeri più alti”.

montagnola-raccolta-solidale-cdq-urloweb

UN AIUTO CONCRETO

Chi riceve questi pacchi alimentari sono famiglie italiane e straniere che sono passate attraverso i servizi sociali municipali: “Fanno tutte parte di questo meccanismo – spiega Colombini – quindi ottengono gli aiuti per il tempo necessario a migliorare la loro situazione. Tutti stanno cercando un impiego e appena lo trovano sono i primi a chiamarci per dirci di aiutare qualcun altro”. Questa iniziativa sta inoltre vedendo il coinvolgimento diretto dei nuclei familiari che ricevono gli aiuti: “Li abbiamo coinvolti nella raccolta e nella preparazione dei pacchi – seguita Colombini – per noi non è solo una forma di assistenza, ma la formazione di una comunità”. Infatti è tutta la comunità che pian piano si sta attivando, così come fanno dagli Orti Urbani Tre Fontane che per il 28 febbraio hanno organizzato una raccolta alimentare in favore di questa iniziativa.

montagnola-raccolta-solidale-carrello-urloweb

I ‘CARRELLI SOSPESI’

Ma oltre alle raccolte alimentari del fine settimana c’è un altro modo di dare il proprio sostegno all’iniziativa dei volontari: “Abbiamo predisposto su tre supermercati di zona altrettanti ‘carrelli sospesi’ dove si possono lasciare generi alimentari e di prima necessità che noi passeremo a ritirare”. I carrelli si trovano presso il ‘Conad’ di via Benedetto Croce, la ‘Coop’ di via Barbana e il ‘Risparmio Casa’ in via Badia di Cava. “Chiunque sia interessato può darci una mano durante le raccolte – conclude Colombini – oppure continuare a donare anche nei prossimi mesi, perché la nostra paura più grande è che possa calare l’attenzione sull’emergenza, ma che con essa non diminuisca il bisogno delle famiglie in difficoltà”.

Leonardo Mancini