Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: appuntamento a Porta San Paolo per dire no alla guerra

La manifestazione contro la guerra è stata organizzata per domani 3 marzo alle ore 19.00

MUNICIPIO VIII – No alla guerra in Ucraina. È un grido chiaro quello che si solleva dal Municipio VIII e che verrà ribadito nella giornata di domani durante la manifestazione che coinvolgerà le realtà di base e associative del territorio e le formazioni politiche locali. Più che mai importante la scelta del luogo, tra i più simbolici per la resistenza romana all’occupazione nazista.

LA MANIFESTAZIONE

L’appuntamento lanciato dal Municipio VIII è per le 19.00 di domani 3 marzo a Porta San Paolo: “Le cittadine e i cittadini del nostro territorio, del nostro Paese e dell’Europa intera chiedono pace – ha commentato il minisindaco Amedeo Ciaccheri nel comunicare l’iniziativa – Vogliamo far nascere un comitato municipale per la pace per tenere alta la mobilitazioni in momento di tensione che coinvolge tutto il nostro continente e soprattutto perché sia solo la pace la strada da seguire“.

Ads

LA RETE DI MUNICIPIO SOLIDALE

Intanto in queste ore anche il Municipio VIII ha aperto un canale per dare una risposta concreta alla crisi che sta vivendo il popolo ucraino. Per farlo, ancora una volta, è stata attivata la rete di Municipio Solidale, l’iniziativa nata durante l’emergenza sanitaria e tutt’ora impegnata in iniziative di sostegno e di aiuto alla cittadinanza. I canali del centralino solidale e della mail di Municipio Solidale sono attivi per raccogliere disponibilità dei cittadini e recepire informazioni su dove consegnare beni di prima necessità. Per donazioni e/o disponibilità di volontari e volontarie chiama 0640060606 lunedì e mercoledì dalle ore 9 alle 18, martedì dalle 14 alle 18 e giovedì dalle 9 alle 13, oppure scrivi alla mail: municipiosolidale8@gmail.com

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 4.543 i nuovi positivi, il rapporto con i tamponi è all’8,3%
Next articleRoma, Ucraina: pronti due nuovi appuntamenti con la “Tenda della Solidarietà”