Home Rubriche Go Green

Municipio VIII: pronti ad intitolare un parco a Donatella Colasanti

L’area verde in via della Villa di Lucina a San Paolo sarà dedicata a Donatella Colasanti, scampata al massacro del Circeo

SAN PAOLO – Dopo il parco alla Montagnola intitolato a Maria Rosaria Lopez, vittima del massacro del Circeo, in Municipio VIII verrà intitolata un’altra area verde alla memoria di Donatella Colasanti, scampata al massacro ma profondamente segnata da quegli eventi.

L’INTITOLAZIONE

La decisione di avviare l’intitolazione è arrivata ieri, 25 novembre, durante la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della violenza contro le Donne. “Sulla scorta del lavoro portato avanti dalle associazioni “Il tempo ritrovato” e “La cultura del cuore” e dalle famiglie Colasanti e Lopez, il Municipio Roma VIII è pronto ad intitolare un parco a San Paolo, in via della Villa di Lucina, a Donatella Colasanti, sopravvissuta alla strage del Circeo, rinnovando l’impegno nel tenere viva la memoria su fatti che hanno segnato la vita del nostro Paese, affinché oggi 25 novembre e ogni giorno si ricordi che la lotta alla violenza di genere è un impegno comune e condiviso”, hanno comunicato in una nota il presidente del Municipio, Amedeo Ciaccheri e l’Assessora alle Politiche di Genere e alla Memoria, Michela Cicculli.

Ads

LE VITTIME DEL MASSACRO

Donatella Colasanti e Maria Rosaria Lopez vennero stuprate e torturate da tre ragazzi la notte del 29 settembre 1975, Maria Rosaria morì mentre Donatella ha per anni combattuto una battaglia legale, civile e politica che ha cambiato profondamente il nostro Paese. In Municipio VIII è già presente un parco intitolato alla memoria di Maria Rosaria Lopez in via Pico della Mirandola 89 alla Montagnola.

IL RICORDO

Nella giornata di sabato, proprio nel parco Lopez, è previsto un incontro con le donne e le associazioni del territorio per sensibilizzare ed informare sui servizi antiviolenza attivi sul territorio. “Sarà anche questa l’occasione per ricordare queste due donne”, concludono Ciaccheri e Cicculli.

Red

Previous articleIl Violino
Next articleLa Valle Galeria torna in piazza, la protesta arriva in Campidoglio