Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: botta e risposta su gli atti del M5s bocciati dalla maggioranza

Al centro della polemica il progetto ‘Facciamo Ecoscuola’ finanziato con le restituzioni di parte degli stipendi dei parlamentari 5Stelle

SHARE

MUNICIPIO VIII – A seguito della bocciatura di un atto presentato dal M5S in Municipio VIII, arriva la replica della maggioranza di centro sinistra alle accuse dei consiglieri penta-stellati di aver scartato il documento per la sola provenienza politica. La mozione in questione chiedeva al Municipio VIII di farsi promotore presso le scuole dell’iniziativa ‘Facciamo Ecoscuola’, un progetto finanziato con le restituzioni di parte degli stipendi dei parlamentari del Movimento 5 Stelle.

LA REPLICA DELLA MAGGIORANZA

La nota diramata dalla maggioranza è volta a fare chiarezza su quanto accaduto: “Iniziamo nel dire che non abbiamo rifiutato nessun finanziamento ma al contrario ci siamo semplicemente rifiutati di trasformare l’amministrazione municipale nell’organo di propaganda del M5s nelle scuole – affermano i consiglieri – Il documento respinto chiedeva alla Giunta di dare pubblicità dell’iniziativa presso le scuole del nostro territorio, infatti, secondo i promotori dell’atto – il M5s locale Ndr – il Municipio, istituzione pubblica, avrebbe dovuto fare da garante nei confronti delle scuole di alcuni fondi privati del M5S”.

CRITICHE ALLA TRASPARENZA

Per i consiglieri di centro sinistra ci sarebbero anche delle difficoltà legate alla trasparenza nell’utilizzo di questi fondi che, lo ricordiamo, provengono dalla restituzione di parte degli stipendi dei parlamentari penta-stellati: “Il fondo presenta, tra l’altro, anche altri aspetti poco chiari e non trasparenti come ad esempio: modalità di valutazione dei progetti o come vengano erogate le somme. Si pensi solo che i progetti vengono votati dalla piattaforma Rousseau – aggiungono dalla maggioranza – Rimaniamo sconcertati da tanta approssimazione politica e amministrativa”.

LO SCONTRO SULLE SCUOLE

La polemica innescata si è poi spostata sulla condizione generale degli istituti scolastici sul territorio municipale, tirando in ballo, questa volta, la Sindaca Raggi e la Giunta Comunale: “Invece di issare sterili polemiche populiste nel tentativo di spostare l’attenzione rispetto alle problematiche quotidiane che vivono le nostre scuole invitiamo la Sindaca Raggi e la sua Giunta nel trovare le soluzioni alle questioni più gravi come ad esempio alla scuola Europa – Roma 70 Ndr – dove da mesi centinaia di bambini, in pieno inverno, seguono le lezioni senza riscaldamento. L’assenza dell’amministrazione capitolina sta portando i genitori ad organizzare una manifestazione dove si incateneranno davanti alla scuola. Noi saremo al loro fianco, il M5S come si comporterà in merito?”. A questo punto lo scontro sulle scuole sembra essere solo rimandato.

Red