Home Municipi Municipio VIII

Roma 70: il Campetto di Piero è ancora chiuso, più o meno

Nell’attesa che il Campetto venga inaugurato ufficialmente sono già tanti i ragazzi del quartiere che hanno iniziato autonomamente a frequentarlo

ROMA 70 – Il quartiere attende ancora l’apertura ufficiale del campetto di Piero riqualificato. Questo perché l’apertura ufficiosa, realizzata dai ragazzi della zona stanchi di attendere, è già stata fatta da tempo.

LA RIQUALIFICAZIONE DEL CAMPETTO

La riqualificazione di questo campetto a Roma 70 lungo via Grotta Perfetta proviene dalla votazione online dei cittadini del Municipio VIII per l’utilizzo dei fondi derivanti dalle edificazioni di piazza dei Navigatori. Un lungo iter, seguito passo passo dai cittadini del locale CdQ, che ha finalmente portato ai lavori che pian piano (anche superando alcune revisioni del progetto) sono arrivati a conclusione. Nei mesi scorsi ci si è anche scontrati con il problema della cocciniglia tartaruga, il parassita che ha infestato molti dei pini presenti sull’area. Si è quindi dovuto procedere con un intervento sulle alberature colpite, nel tentativo di salvarle dall’abbattimento. Purtroppo dopo diversi mesi dalla fine dei lavori i cittadini di Roma 70 aspettano ancora l’inaugurazione del nuovo Campetto di Piero.

Ads

I RITARDI NELL’APERTURA

Torna a chiedere conto dei ritardi il consigliere municipale del M5s, Matteo Bruno, che sottolinea come il campetto “doveva essere aperto 15 mesi fa dal Presidente del Municipio. Il progetto di apertura del Campetto è di diretta competenza municipale, pertanto, il ritardo di oltre un anno, dimostra l’incapacità della giunta del Municipio VIII, che, a differenza di molti altri Municipi, presenta anche una continuità amministrativa rispetto alla scorsa consiliatura”. 

APERTURE “FAI DA TE”

Nell’attesa di ottenere un’apertura ufficiale, molti ragazzi del quartiere hanno deciso di iniziare comunque ad utilizzare il campetto, così come riportato dallo stesso consigliere penta-stellato in una nota: “Alcuni cittadini nelle ultime settimane hanno pensato che questo fosse stato finalmente aperto in quanto numerosi ragazzi giocano all’interno delle recinzioni nei campi da pallavolo e basket – seguita Bruno – I ragazzi, stanchi di aspettare da oltre un anno l’apertura, scavalcano e giocano. La colpa non è loro, ma della Giunta del Municipio che non è stata in grado di trovare in più di un anno un’associazione che si prendesse cura del luogo. Il risultato: il Campetto di Piero chiuso e sporco”.

VERSO L’APERTURA UFFICIALE

Tra le difficoltà nell’apertura di questo spazio riqualificato, stando a quanto si apprende e a quanto riferito in passato, ci sarebbe la necessità di ottenere l’affidamento del campetto ad una realtà associativa che possa farsi carico (senza scopo di lucro) di gestirne quantomeno l’apertura e la manutenzione ordinaria, come lo svuotamento dei cestini. La speranza è che i cittadini della zona non debbano aspettare ancora a lungo e che non debbano più contare su “aperture autogestite” di questo spazio di socialità e aggregazione.

Leonardo Mancini

Previous articleCovid-19: sono 8.957 i nuovi positivi nel Lazio
Next articleFirmato il protocollo di intesa tra l’Assessorato all’Urbanistica e l’Ordine degli Architetti romani