Home Municipi Municipio VIII

San Paolo: è stato venduto l’hotel di via Costantino

La società che curava la vendita ha annunciato la firma, la struttura verrà utilizzata a scopo ricettivo

SAN PAOLO – L’hotel mai completato e conosciuto nella zona come il bidet di via Costantino è stato venduto. La notizia è stata comunicata sul social network Linkedin dalla Coldwell Banker Commercial che gestiva la vendita dell’immobile più volte finito all’asta senza mai ottenere offerte.

LA VENDITA DELL’HOTEL

L’annuncio della società è stato pubblicato sul social network Linkedin e spiega come la struttura dovrebbe mantenere le funzioni per cui è stata progettata. “Finalizzata la scorsa settimana con rogito notarile la vendita dell’edificio a destinazione alberghiera di Viale Giustiniano Imperatore, sito a Roma nel quartiere Ostiense e parte del Concordato Preventivo n. 48/2012 Acqua Marcia Immobiliare S.r.l., per il quale il Liquidatore Giudiziale, Prof. Carlo Ravazzin, ha condotto in sinergia con l’advisor Coldwell Banker Commercial la procedura pubblica di vendita – si legge nel post della società – In categoria 4 stelle con 181 camere oltre ristorante, centro congressi e ampi parcheggi, per una superficie pari a circa 22.000 mq distribuiti su nove piani fuori terra, un ammezzato e un livello interrato, oltre a 6.000 mq di area esterna, è stato rilevato da un primario investitore che lo svilupperà ad uso ricettivo”.

Ads

LA VICENDA DELL’HOTEL MAI COMPLETATO

Sul territorio la costruzione di questo Hotel (la convenzione venne firmata nel 2004) aveva rappresentato una speranza soprattutto sotto il profilo del rilancio dell’occupazione e del commercio di prossimità. La struttura avrebbe dovuto riqualificare un’area altrimenti abbandonata, mentre è riuscita soltanto ad aumentare il degrado della zona. L’hotel infatti è stato più volte vandalizzato e saccheggiato di tutte le parti metalliche, tanto che in passato il curatore fallimentare dovette istituire una guardiania h24 per evitare l’occupazione. Negli anni la struttura è stata anche indicata dalla politica locale come un’immobile da acquisire a patrimonio pubblico, ma ora con la vendita l’hotel (ad un compratore ancora da identificare), una volta completato e riqualificato, potrebbe svolgere la funzione per cui è stato progettato.

Leonardo Mancini

Previous articleRoma: chiusure e deviazioni per la parata del 2 giugno
Next articleCyber attacchi sono cresciuti di 48 punti percentuali, gaming nel mirino. Come tutelarsi?