Home Rubriche City Tips

Sul Mercato di via Passino la progettazione arriva dal basso

L’iniziativa lanciata dal CSOA La Strada ad un anno dalla chiusura del Farmer’s Market

GARBATELLA – È passato un anno dalla chiusura del Farmer’s Market di via Passino il 23 novembre del 2019. Da quel giorno gli operatori sono stati spostati (nell’ex Deposito Atac di San Paolo) e la struttura è rimasta chiusa in attesa di un bando. Il 30 novembre scorso gli attivisti del CSOA La Strada hanno recapitato una torta sotto la sede del Dipartimento Patrimonio, per ‘festeggiare’ il primo anno di abbandono. Non avendo avuto risposta hanno deciso di proseguire con i festeggiamenti, lanciando una raccolta di idee sul futuro del mercato per lunedì 14 novembre alle 17, proprio in via Passino.

IN ATTESA DEL BANDO

La chiusura del mercato è arrivata a causa della scadenza dell’affidamento e per la necessità di effettuare alcuni lavori di messa a norma della struttura. Il Comune non volle cedere e non si riuscì ad ottenere una proroga in attesa del bando. Una gara venne effettivamente pubblicata nel dicembre del 2019, solo per essere revocata in autotutela dal Comune nel gennaio seguente. Da quel momento in poi tutto tace. Dal Municipio VIII è l’assessore al Commercio, Leslie Capone, a confermare che ancora non è arrivata nemmeno una bozza del nuovo bando. Questo, spiega sempre l’assessore, nonostante sia stata effettuata la modifica richiesta dal Comune al regolamento dei mercati agricoli in vendita diretta (motivo per cui il precedente bando sarebbe stato ritirato).

Ads

LA RACCOLTA DELLE IDEE

Dopo aver celebrato con amarezza il primo anno di abbandono, noi non demordiamo e con l’arrivo del Natale vogliamo continuare con i festeggiamenti – affermano gli organizzatori dell’iniziativa del 14 novembre – Questa volta chiamando a raccolta la fantasia e le idee di tutti gli abitanti e le abitanti del quartiere, perchè anche se l’amministrazione resta immobile, non vuol dire che lo faremo anche noi”. L’invito lanciato dagli attivisti è rivolto a tutti i cittadini e alle realtà associative del quartiere a presentare pubblicamente le loro idee sul futuro di questa struttura: “Vogliamo dimostrare che un percorso di progettazione partecipata da tutta la Garbatella sul futuro del mercato sia ancora possibile e per questo chiamiamo a raccolta le vostre idee, le competenze e le passioni”.

LeMa

 

Previous articleNel quartiere Giuliano-Dalmata arriva la ‘Smart Run’ di Natale
Next articleCovid-19: nel Lazio 1.230 nuovi casi, a Roma meno di 600 contagi