Home Municipi Municipio VIII

Tintoretto: parte la mobilitazione contro la costruzione di 250 box auto

Il progetto non è stato ancora depositato, ma i cittadini della zona sono stati allarmati dalle pubblicità che propongono la vendita dei nuovi posti auto

SHARE

TINTORETTO – Basta una semplice ricerca online per trovare diversi siti specializzati nella vendita di immobili che pubblicizzano la vendita di box auto in zona Tintoretto. Più precisamente il parcheggio multipiano, ancora da realizzare, dovrebbe trovare posto in un’area (ad oggi verde) limitrofa al condominio di via del Tintoretto 88. La notizia di questo progetto ha creato non poco scompiglio tra i residenti che hanno intenzione di vederci chiaro.

IL PROGETTO

I residenti della zona hanno così fondato il Comitato Tre Fontane proprio per salvaguardare la zona e contrastare l’edificazione di questo parcheggio. Il progetto, spiegano i cittadini: “Prevede 250 box auto, una scuola, e un’area logistica, su un’area incredibilmente vicina all’Abbazia delle Tre Fontane, e limitrofa al muro perimetrale di un condominio”. Le criticità riscontrate riguardano principalmente da distruzione dell’area verde, all’interno della quale non mancano alberi ad alto fusto, oltre allo sbancamento di una collina. “Noi residenti, che in teoria dovremmo essere gli acquirenti dei box, troviamo inutile e incomprensibile un’opera di questo tipo perché non ne abbiamo necessità – spiegano dal Comitato – mentre siamo preoccupati per gli impatti negativi che questa comporterebbe a livello di mobilità, ambientale, paesaggistico in un’area dall’inestimabile valore storico”.

COINVOLTO IL MUNICIPIO VIII

I cittadini una volta messa assieme la documentazione che sono riusciti a reperire hanno immediatamente coinvolto la politica locale e il Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri. In una riunione con il minisindaco i cittadini gli hanno consegnato una lettera nella quale esprimono tutta la loro preoccupazione. Dal Municipio sono però arrivate alcune rassicurazioni: “hanno confermato che, sia a livello locale che a livello degli uffici competenti del Comune di Roma, non risulterebbe ad oggi alcun progetto depositato – affermano i cittadini – Incredibilmente però è iniziata la pubblicità e vendita dei box“. Il minisindaco Ciaccheri si è però detto pronto a dare un chiaro segnale di dissenso rispetto ad un’opera che comporterebbe impatti negativi a livello ambientale, paesaggistico.

LeMa