Home Municipi Municipio VIII

Tintoretto: una panchina rossa per Ortolino

Anche nell’orto urbano Ortolino ha trovato posto una panchina rossa contro la violenza sulle donne

TINTORETTO – Nella giornata di ieri all’interno dell’area comune dell’orto urbano Ortolino su via del Tintoretto, è stata inaugurata una nuova panchina rossa. Questo simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, si aggiunge alle altre già posizionate sul territorio municipale negli scorsi mesi.

Ads

UNA PANCHINA ROSSA PER ORTOLINO

In questo caso sono stati i cittadini di Ortolino, assieme a quelli dell’Associazione Ottavo Colle, a decidere di dare il loro contributo. All’inaugurazione erano presenti anche il Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri e l’Assessora alle Politiche di Genere, Michela Cicculli, che ha dichiarato: “Seminiamo segni visibili contro la violenza e vogliamo che diventino luoghi di incontro e di confronto sulle questioni di genere, sulla parità e i diritti delle donne”.

L’IMPORTANZA DELLA SENSIBILIZZAZIONE

Nei mesi scorsi sono state inaugurate altre panchine rosse sul territorio municipale. Anche la commissione Pari Opportunità infatti aveva redatto un calendario di queste iniziative: “Tempo fa ho istituito un calendario per pitturare le panchine di rosso per non limitarci al solo ricordo del 25 novembre (Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne), ma perché questa data rimanga sempre impressa”, ha commentato la consigliera del Pd, Eleonora Talli. A margine dell’inaugurazione il consigliere Pd, Luca Gasperini ha voluto sottolineare l’importanza di portare questo simbolo anche all’interno di uno spazio come l’orto urbano: “È importante che anche in questo luogo in cui si incontra la comunità dell’orto urbano Ortolino sia presente una panchina rossa. Una testimonianza precisa e visibile dell’impegno nella lotta ad ogni forma di violenza nei confronti delle donne”.

Red

Previous articleEUR: la riapertura del Planetario è prevista per dopo l’estate
Next articleRifiuti: dopo la sentenza del Tar dalla Regione arriva la Delibera di Giunta