Home Municipi Municipio XI

“Cittadino, non suddito”, il Municipio XI ricorda Bruno Tescari a dieci anni dalla scomparsa

L’iniziativa è programmata per il 4 marzo in via Mazzacurati alle 15,30 nella sala del Consiglio Municipale

MUNICIPIO XI – “Cittadino, non suddito” rappresenta la vita vissuta da Bruno Tescari, che nel decennale dalla scomparsa il 4 marzo prossimo alle ore 15.30 verrà ricordato presso la sala Consiglio del Municipio XI “Luigi Petroselli” di Corviale in via Marino Mazzacurati 75.

IL RICORDO E LE LOTTE

Più che parlare e ricordare Bruno Tescari sarà lui stesso attraverso foto, filmati e ricordi, a parlarci ancora. Questa celebrazione si svolgerà in XI Municipio perché questo è stato, per gran parte della sua vita, il suo territorio di residenza. Altre iniziative sono però previste a Fiumicino dove è stato anche consigliere Comunale ed in altre cittadine della provincia di Roma. Il ricordo di Bruno Tescari è stato affidato alle parole di Mara Tescari, Consigliere del Direttivo Lega Arcobaleno contro le Barriere: “Se combattere è un destino, questa battaglia Bruno l’ha vissuta sulla propria pelle, con azioni e pensieri da militante politico ricorrendo a forme di protesta nonviolenta e proposte di legge per rivendicare il diritto universale di pari opportunità come sancito dalla nostra Costituzione. Ogni giorno della sua vita, ogni pensiero ed ogni azione e forma di militanza è stata votata al superamento delle barriere che creano le condizioni di disabilità. Lo ha fatto dando il proprio contributo nel Partito Radicale prima con il Fronte Radicale Invalidi fino alla costituzione della Lega Arcobaleno contro le Barriere, fondando la creazione di Consulte sulla disabilità: sia nell’ XI municipio che in Regione Lazio. In molti altri comuni della nostra regione c’è testimonianza di Bruno Tescari. Ha collaborato e proposto moltissime leggi affinché anche i “non normaloidi” potessero essere inclusi nel tessuto sociale e produttivo: la sua battaglia è stata anche culturale perché ha “costretto” la città ad adattarsi alle peculiarità e ai bisogni dei propri cittadini e non viceversa come fino agli anni ’70 è stato. Clamorosa la strisciata a Largo Argentina per denunciare la mancanza di accessibilità del centro storico alle persone con disabilità (senza permessi auto e senza mezzi pubblici adeguati) perché in quegli anni gli “Handicappati” restavano prigionieri nelle loro case; il collocamento mirato al lavoro elevando le sanzioni a chi non rispettava le norme, fino ad allora irrilevanti per un’Azienda. Tutte azioni che hanno fatto di Bruno Tescari un cittadino che ha inciso profondamente nella vita di molti. Con i suoi tre libri ha avuto il coraggio politico di spaziare in diversi argomenti, compreso il sesso, perché la normalità rincorsa ed il superamento della disabilità era necessario viverla anche nella sessualità e nel rapporto con gli altri“.

Ads

TANTE LE ADESIONI ALL’INIZIATIVA

L’iniziativa, oltre al Patrocinio del Municipio Roma XI ed alla disponibilità del Presidente Gianluca Lanzi, dell’Assessore Giulia Fainella e del Vice Presidente del Consiglio Marco Palma, vedrà la partecipazione di Francesco Rutelli, Rita Bernardini, Roberto Giachetti, Gianfranco Spadaccia, Massimo Sala Presidente dei Centri di Riabilitazione territoriali, della consulta per la disabilità del Municipio Roma XI e di rappresentanti del mondo associativo romano e nazionale. Inoltre la manifestazione del 4 marzo sarà trasmessa in diretta da Radio Radicale.

Red

Previous articleAnche Roma firma per accogliere Kiev nel “Patto delle Città Libere”
Next articleIl 6 marzo tornano i musei gratis a Roma