Home Municipi Municipio XI

Corviale: consegnati altri 8 alloggi, saranno 50 per aprile 2021

In partenza cantieri per 100 milioni di euro nei complessi Ater della Capitale

CORVIALE – Questa mattina l’assessore regionale all’Urbanistica e alle Politiche abitative, Massimiliano Valeriani, e il direttore generale di Ater Roma, Andrea Napoletano, hanno consegnato alle famiglie assegnatarie le chiavi di altri 8 nuovi alloggi nel complesso di Corviale. Dopo i primi 10 già completati, si tratta della seconda tranche di appartamenti realizzati con il progetto di riqualificazione del quarto piano del ‘Serpentone’, che permetterà di arrivare alla consegna complessiva di 50 nuovi alloggi entro aprile 2021.

GLI INVESTIMENTI SUL SERPENTONE

Nel programma di rigenerazione urbana di Corviale la Regione ha investito oltre 20 milioni di euro, che hanno permesso all’Ater di bandire due grandi progetti per ristrutturare il quarto piano e riqualificare il piano terra del complesso di edilizia residenziale pubblica. In particolare, con 10,5 milioni di euro si stanno demolendo i manufatti esistenti dalle occupazioni degli anni 80 per realizzarvi 103 nuovi appartamenti e trasformarlo nel “chilometro verde” che ormai sta visivamente prendendo forma. Per consentire questi lavori è stato concordato un piano di turnazione dei residenti, che vengono gradualmente trasferiti in altri alloggi Ater fino al completamento degli interventi. I cantieri dureranno 4 anni invece dei 5 inizialmente indicati. “Proseguono a pieno ritmo e in anticipo sui tempi prefissati i lavori che vedono impegnata Ater Roma nel più grande progetto di rigenerazione urbana mai realizzato a Roma – commenta Andrea Napoletano, direttore generale di Ater Roma – Quello che si sta facendo a Corviale testimonia l’impegno di Ater per migliorare il tessuto urbano delle periferie e della qualità abitativa nelle nostre case”.

Ads

LA RIGENERAZIONE DEL QUARTIERE

“Il rilancio del territorio passa dalla rigenerazione urbana e dalla vivibilità del quartiere: aspetti centrali per sostenere lo sviluppo del tessuto sociale, culturale ed economico delle periferie, favorendo condizioni di sicurezza e opportunità di lavoro e di incontro – dichiara Massimiliano Valeriani, assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio – Insieme all’aumento dell’offerta abitativa e alla ristrutturazione degli alloggi esistenti, stiamo promuovendo la riqualificazione dei giardini pubblici con la realizzazione di playground e parchi giochi per bambini, stiamo sostenendo l’housing sociale con affitti calmierati e la locazione agevolata di locali commerciali, fino alle iniziative culturali e all’avvio del progetto sulla fibra ottica in oltre 15.000 alloggi Ater per superare il divario tecnologico. Abbiamo messo in campo il più grande piano di interventi degli ultimi 30 anni”.

GLI ALTRI INTERVENTI IN CITTÀ

Ma non solo Corviale: la Regione ha varato il piano “Periferie al Centro” con un finanziamento di circa 100 milioni di euro con cui sono stati avviati oltre 30 cantieri nei complessi Ater della città di Roma. Da Pietralata al Quarticciolo, da Garbatella a Torre Maura, dal Quadraro al Tufello, da Tor Bella Monaca a Casal Bruciato, da Tor Sapienza a Primavalle, da Tor Vergata al Prenestino, dal Tiburtino III a Torre Gaia, dal Laurentino 38 al Villaggio Breda: un vasto programma di opere per la rigenerazione delle periferie attraverso la riqualificazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e il risanamento delle aree verdi con l’obiettivo di migliorare il decoro urbano e la qualità dell’abitare.

Red

 

Previous articleTeoria dell’eteronimia
Next articleCovid-19: nel Lazio rallenta la discesa, i nuovi positivi sono 1.315 nelle ultime 24 ore