Home Municipi Municipio XI

Corviale: riapre il centro di raccolta di viale Arturo Martini

Chiusa da otto mesi per riqualificazione, la struttura torna in funzione più moderna ed efficiente

Tratto da Urlo n.201 maggio 2022

CORVIALE – Finalmente, dopo mesi di chiusura (dal 30 agosto 2021), è tornato in funzione il 29 aprile scorso il Centro di raccolta AMA in viale Arturo Martini 1, a Corviale. La riapertura, avvenuta con la visita del Presidente del Municipio XI, Gianluca Lanzi, dell’Assessora capitolina ai rifiuti, Sabrina Alfonsi, e del Direttore Generale di AMA, Andrea Bossola, conclude un lungo periodo di manutenzione straordinaria, che non pochi disservizi ha creato ai cittadini di Corviale e dintorni. Un lasso di tempo in cui, tra le altre cose, tanti ‘incivili’ hanno scaricato i propri rifiuti davanti l’ingresso, nonostante gli avvisi di divieto, creando un’inaccettabile discarica a cielo aperto. “Con la riapertura del Centro di raccolta a Corviale viene riattivato un servizio importante per il Municipio XI. In questi mesi abbiamo sopperito alla chiusura organizzando insieme ad AMA diverse giornate di raccolta straordinaria di rifiuti, ma da oggi per i cittadini sarà di nuovo disponibile un servizio stabile dove potranno portare rifiuti ingombranti e non smaltibili nei cassonetti su strada”, dichiara Gianluca Lanzi. Anche i consiglieri della Lega in Comune, Fabrizio Santori, e in Municipio XI, Enrico Nacca e Daniele Catalano, sottolineano il ruolo nevralgico di questo punto di raccolta: “Finalmente, a distanza di otto mesi dalla chiusura per interventi di carattere straordinario, torna a disposizione della cittadinanza un servizio essenziale e gratuito per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti e non conferibili nei cassonetti”.

Ads

I LAVORI

Otto mesi di chiusura sono tanti, come tanti sono stati i disagi che i cittadini hanno subito in questo periodo. Il centro, che si estende su una superficie di 3300 mq, è da sempre strategico per tutto il Municipio XI, con una media di circa 400 cittadini al giorno che conferiscono rifiuti ingombranti. L’attesa è servita al consolidamento della struttura, una nuova organizzazione logistica più funzionale allo scarico dei materiali, nuovi impianti idraulici ed elettrici, l’adeguamento antincendio e antisismico e una nuova illuminazione a led, rendendo così tutto il complesso più sicuro. Totalmente riqualificato, con 15 postazioni adibite per conferire 17 diverse tipologie di rifiuti, il centro di raccolta a Corviale ritorna a svolgere un ruolo essenziale per l’intero territorio, con più qualità ed efficienza. È stata realizzata anche una nuova viabilità interna, con un percorso perimetrale a un metro dal livello della strada, accessibile da due rampe circondate dal verde.

POTENZIAMENTO IMPIANTISTICA E NUOVE SEDI

Prosegue quindi il programma di potenziamento del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Ci auguriamo che i prossimi interventi del PNRR, in delega ad AMA, per rafforzare, potenziare, ed ampliare l’impiantistica di Corviale – dice Valerio Garipoli, consigliere Fdi municipale – non siano però così lunghi come quest’ultimo. L’opportunità del PNRR per realizzare nuovi impianti green e sostenibili non deve far tralasciare i servizi di tutti i giorni: trasformare la città senza far perdere di vista l’ordinario. Monitoreremo come Fdi la situazione in relazione alle segnalazioni e alle richieste dei cittadini”. Nel frattempo continua, da parte del Campidoglio, la ricerca di nuovi siti da trasformare in centri di raccolta, come confermato anche da Lanzi: “La Giunta capitolina sta lavorando insieme ai Municipi per individuare aree adatte ad ospitare nuovi Centri di raccolta”.

Giancarlo Pini

Previous articleCosa porterà l’estate?
Next articleIn arrivo un parco per l’area in abbandono di via Malfante