Home Municipi Municipio XI

Monte Carnevale: dopo gli arresti arriva lo stop alla Conferenza di Servizi sulla discarica

La regione sospende l’iter autorizzativo per verificare tutta la documentazione sull’impianto

VALLE GALERIA – Si blocca l’iter autorizzativo per la realizzazione della nuova discarica di Monte Carnevale. Il primo atto amministrativo in direzione di uno stop arriva dalla Regione Lazio, dopo l’esecuzione da parte dei Carabinieri del NOE di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Flaminia Tosini, direttrice del Ciclo dei rifiuti della Regione e di Valter Lozza proprietario della società Ngr.

LO STOP ALLA CONFERENZA DI SERVIZI

Dalla Pisana in una nota fanno sapere di aver sospeso in autotutela la Conferenza di Servizi sull’impianto di Monte Carnevale: “In merito alla procedura amministrativa riguardante l’impianto di smaltimento rifiuti di Monte Carnevale, la Regione nella giornata di ieri ha sospeso in autotutela la prima riunione della conferenza dei servizi per l’Autorizzazione integrale ambientale, annullando la convocazione prevista per il 19 marzo 2021. L’iter autorizzativo ancora in fase preliminare è stato quindi bloccato in attesa di verifica di tutta la documentazione”.

Ads

UN PASSO INDIETRO SU MONTE CARNEVALE

Nei giorni scorsi si erano moltiplicate le richieste per uno stop a questo iter. Un passo indietro è stato chiesto alle istituzioni dai cittadini dei comitati della Valle Galeria e da molti esponenti della politica locale. L’invito è stato rivolto non solo alla Regione Lazio, ma anche alla Sindaca Raggi, perché ritiri l’ordinanza del 31 dicembre 2019 che indicava proprio questo sito come nuova discarica di servizio della Capitale.

Red

Previous articleBorat
Next articleScuola Girolami: per la Lega troppi ritardi