Home Rubriche Go Green

Municipio XI, il verde nella Fase 2: erba alta e parchi chiusi

Da Villa Bonelli impraticabile al Parco della Pace ancora sbarrato. Tante le segnalazioni dei cittadini raccolte dagli esponenti del carroccio

SHARE

MUNICIPIO XI – Con la partenza della Fase 2 nemmeno il territorio del Municipio XI è esente da polemiche in merito alla riapertura e alla manutenzione delle aree verdi. Con la possibilità di tornare a frequentare i parchi (anche se con tutte le dovute accortezze) l’assenza di manutenzione in molte aree ha scatenato le segnalazioni di cittadini ed esponenti politici.

MARCIAPIEDI IMPRATICABILI

“Stiamo ricevendo da giorni tantissime segnalazioni di cittadini sulla condizione dei marciapiedi, infestati da erbe talmente alte da assomigliare a dei veri e propri arbusti – hanno commentato gli esponenti locale della Lega, Daniele Catalano e Matteo Maione – Questa situazione fa sì che molti cittadini, ad esempio su Via della Magliana Nuova, debbano camminare lungo il ciglio della strada per l’impossibilità di utilizzare il marciapiede, ovviamente se si hanno passeggini o i carrelli della spesa l’operazione diventa ancora più pericolosa e insicura”.

ERBA ALTA A VILLA BONELLI

La situazione non migliora quando guardando ai parchi e alle ville del territorio. Sempre dal Carroccio segnalano il profondo degrado di aree come “Villa Bonelli e il Parco di Pino Lecce. Ci chiediamo perché in questi due mesi di lockdown l’amministrazione grillina non abbia lavorato con rigore per una pianificazione di interventi di sfalcio e diserbo – seguitano Catalano e Maione – così da poter iniziare la Fase 2 nel migliore dei modi”.

CHIUSO IL PARCO DELLA PACE

Parchi chiusi e inagibili anche in periferia, con il Parco della Pace a Monte Stallonara, a poca distanza dal Consiglio Regionale del Lazio, che risulta tutt’ora inutilizzabile. “I cittadini di Monte Stallonara, ancora oggi, non hanno l’accesso aperto al Parco della Pace, l’unico spazio verde del loro quartiere e di diretta competenza del Consiglio regionale del Lazio – ha commentato la consigliera regionale del carroccio, Laura Corrotti – Ho chiesto quindi chiarimenti al presidente del Consiglio regionale: per usare le parole della sindaca credo che sia una ‘concessione’ che i residenti, dopo due mesi chiusi in casa, meritano di avere”.

Red