Home Notizie Cronaca Roma

PUP Piazza della Radio: al via i lavori nei prossimi giorni

MUNICIPIO XI – Dovrebbero partire in questi giorni (probabilmente già venerdì 11 febbraio) i lavori per la realizzazione del PUP di Piazza della Radio nel popoloso quartiere di Marconi. Un’opera che nel corso degli anni (basti pensare che il primo annuncio risale al 2012) ha raccolto diverse critiche da parte dei cittadini e da alcune delle forze politiche presenti in Municipio XI e in Campidoglio. L’annuncio di questi imminenti lavori è stato dato dall’Assessore Eugenio Patané e dal minisindaco Gianluca Lanzi dalle pagine romane del Messaggero: “La realizzazione del parcheggio – commentato poi Lanzi sui social – è un’opportunità importante per togliere piazza della Radio dal degrado in cui è stata lasciata per tutti questi anni e per restituire ai residenti di Marconi una piazza riqualificata, sicura e vivibile”.

Ads

IL PROGETTO

In ogni caso il 17 gennaio scorso il Dipartimento Mobilità del Capidoglio (cui fanno riferimento i progetti del Piano Urbano Parcheggi) ha rilasciato alla ditta il permesso a costruire. Il progetto prevede la realizzazione di 179 box auto privati e di 277 posti a rotazione, in un parcheggio interrato di tre piani su un’area di 9mila mq (come da delibera approvata nel 2013 dall’Amministrazione Alemanno). Appena prima della sfiducia, che nel 2019 portò al commissariamento del Municipio XI, la maggioranza grillina era tornata a contestare il progetto, senza però ottenere l’appoggio del Campidoglio, che ha poi proseguito l’iter di approvazione. Nel febbraio del 2020 si erano conclusi gli scavi preliminari per le indagini archeologiche, mentre dal quartiere si attendava ancora di conoscere quale aspetto avrà la piazza dopo questi lavori, con la possibilità magari (purtroppo disattesa) di dare qualche indicazione.

IL DIBATTITO SUL TERRITORIO

Negli scorsi anni il dibattito su quest’opera si è intrecciato ad un’altra previsione che insiste sul quadrante: la corsia Preferenziale di viale Marconi. Un progetto anche questo lanciato da tempo sul quale non si possono fare previsioni certe, ma che modificherà sostanzialmente l’assetto del viale, eliminando parcheggi e ridisegnato in larga parte la viabilità. Anche nella campagna elettorale appena trascorsa l’attuale minisindaco Lanzi aveva sottolineato l’utilità di quest’opera, in particolare per la presenza di parcheggi a rotazione che avrebbero dovuto far soffrire meno la futura rimozione degli stalli abusivi al centro del viale. Una previsione che invece viene osteggiata dal centro destra locale che, in varie occasioni, ha parlato di una speculazione che costringerà molti all’acquisto di box e posti auto per continuare a vivere nel quadrante.

Il rendering della piazza nel vecchio progetto

L’ASPETTO DELLA NUOVA PIAZZA

Inizialmente il progetto prevedeva la realizzazione di una grande vasca d’acqua e il posizionamento di un megaschermo mentre attualmente, a quanto si apprende, l’idea progettuale sarebbe stata ridimensionata ad un semplice giardino attrezzato con panchine e giochi per bambini. Un progetto, afferma il consigliere di Fdi, Marco Palma, “Approvato durante il lockdown nel 2020 in Campidoglio – e ancora – è singolare che sulla parte progettuale di superficie non ci sia stata una espressione da parte del territorio, sotto ogni punto di vista. Il municipio in quel periodo era commissariato (sfiduciato proprio sulla mobilità), ma almeno i residenti avrebbero meritato qualche attenzione“.

I TEMPI DEL PROGETTO

I lavori a quanto si apprende dovrebbero comunque essere conclusi entro il 2024, e comporteranno anche l’eliminazione di molti posti auto al momento presenti sul piazzale, un problema non di poco conto, soprattutto se anche il progetto della preferenziale dovesse avere un’accelerazione nei prossimi mesi, lasciando quindi il quartiere doppiamente sguarnito.

Leonardo Mancini

Previous articleMunicipio VIII: ripartono le potature in tutto il territorio
Next articleBATCAVERNA con RAVEABILLY