Home Municipi Municipio XI

Un passo avanti per il Farmer’s Market di Corviale

Tratto da Urlo n.192 luglio 2021

CORVIALE – Il progetto per il nuovo Farmer’s Market di Corviale è finalmente arrivato in Aula Giulio Cesare il 2 luglio scorso. I consiglieri comunali hanno espresso il loro voto favorevole al progetto di fattibilità tecnico-economico, che prevede la realizzazione di spazi per la Polizia Locale e di stalli per il mercato dei produttori a Km0 all’interno della Cavea di Corviale. Gli operatori mancano da questo luogo dal 2015, quando il mercato venne chiuso per la necessità di intervenire su delle carenze strutturali e sul bando di affidamento delle postazioni.

Ads

Il progetto era partito dal Municipio XI prima che questo venisse sciolto con la sfiducia al minisindaco. Nel febbraio del 2019, infatti, erano l’assessore municipale Stefano Lucidi e il Presidente Mario Torelli a presentare questa progettualità all’allora assessore al Commercio, Carlo Cafarotti. L’intervento prevede anche un ufficio postale e una farmacia della rete Farmacap.

Nei primi giorni di giugno era arrivata la Delibera della Giunta Capitolina, che ha di fatto riacceso le speranze per questo progetto che sembrava fermo. La notizia era stata data dall’Assessora ai Lavori Pubblici, Linda Meleo: “Un progetto che nasce da un’idea del Municipio XI condivisa con il territorio e sostenuta dalla Commissione Commercio di Roma Capitale e dall’attuale Assessore Coia con un atto di assemblea capitolina”. L’assessora in una nota ha anche spiegato quanto fatto in questi anni per riaprire il Farmer’s Market di Corviale: “Nessun ritardo ma solo tanti controlli e procedure da rispettare riguardanti le verifiche sismiche in particolare. Oltre alla redazione del progetto e dello svolgimento della conferenza di servizi necessari ad acquisire i pareri”.

A quanto si apprende dal Campidoglio al momento è in corso un piano delle indagini sull’intero immobile, e a breve sarà avviata la gara per quelle relative alla vulnerabilità sismica, propedeutiche alla progettazione definitiva ed esecutiva, che si punta a lanciare entro fine anno. Seguirà la gara per l’effettivo inizio del cantiere. Successivamente, il Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive potrà organizzare le attività mercatali. Nelle previsioni del Campidoglio, prima di vedere l’opera realizzata, potrebbero passare uno o due anni.

A.C.

Previous articleChe ne sarà della spiaggia Tiberis?
Next articleL’Italia gioisce con la nazionale di calcio campione d’Europa